“Distorted Light Beam”, alla scoperta del singolo dei Bastille

47
Bastille
Bastille DLB – Photo Credit Reece Owen (newhero)

Il nuovo singolo “Distorted Light Beam”, co-scritto e co-prodotto insieme a Ryan Tedder e al collaboratore storico della band Mark Crew, è una riflessione della band sul cambiamento di oggi e sul modo in cui le nostre realtà possono essere manipolate per meglio adattarsi ad una narrazione più in linea con noi stessi. Puoi chiamarla distopica, utopica o semplicemente futuristica… Ma questa non è una canzone che giudica, è una canzone che riconosce il cambiamento paradigmatico in atto…When I’m dreaming tonight, I can do anything, – canta Dan – When I’m dreaming tonight, I can go anywhere… When I’m dreaming tonight, I can be anyone…

I Bastille nel fare musica hanno sempre preso spunto da quello che succedeva loro intorno, ma come si fa ad essere ispirati in un mondo in cui dominano le fake news? In un mondo in cui le nostre vite vengono vissute maggiormente online? Un mondo in cui da dietro uno schermo potremmo essere chiunque, creando degli avatar che trascendono dalle insicurezze e dai dispiaceri che la vita reale può darci. La noia che attanaglia i giovani del 21esimo secolo ha accelerato il bisogno di crearsi mondi fantastici, aggravato ulteriormente dalla recente pandemia.

Per noi “Distorted Light Beam” è la colonna sonora di un ballo all’interno di un euforico club futuristico. È una canzone che esplora le illimitate possibilità – racconta Dan- che non hanno a che vedere con la vita reale di ciascuno di noi, quindi è stato divertente portare avanti questa idea mentre sperimentavamo nuovi suoni nella nostra musica.

You don’t predict the future. You imagine it…

www.futureinc.world

Bastille

Distorted Light Beam è un brano pop futuristico che segna un nuovo capitolo della band multi-platino, una canzone che rivoluziona il suono dei Bastille e che farà parte del quarto album della band prossimamente in uscita. I Bastille hanno iniziato a sperimentare il loro sound dall’uscita del loro ultimo album Doom Days nel 2019, la conclusione non ufficiale di una trilogia. L’anno scorso è uscito l’EP Goosebumps, con la collaborazione di Graham Coxon in “What You Gonna Do???” e del produttore americano Kenny Beats nella title track. Doom Days è stato ben accolto dalla critica e si è posizionato nella top 5 sia in UK che in US. L’album, dai testi molto provocatori, racconta della ricerca di una notte di distrazione dall’apocalisse circostante. All’inizio del 2020 i Bastille hanno ricevuto la loro sesta nomination ai Brit. Nel gennaio 2021 la band ha pubblicato ReOrchestrated, il documentario che racconta la loro storia: dalle umili origini, passando per un album di debutto che raggiunge il numero uno e infine le grandi folle nelle arene e nei festival di tutto il mondo. La storia dei Bastille ruota intorno allo spettacolo che ha cambiato la loro carriera alla Union Chapel di Londra nel 2017. Con più di 11 milioni di dischi venduti i Bastille continuano ad essere una tra le band più importanti e più ascoltate al mondo.