“Don’t feel like feeling sad today”, il nuovo brano di Yungblud [VIDEO]

13

yungblud cover album

“Per me questa canzone rappresenta la felicità. La felicità raggiungibile con un morso. Una provocatoria sorta di felicità”

La superstar inglese Yungblud ha pubblicato il 29 giugno il suo nuovo potentissimo singolo, ‘Don’t Feel Like Feeling Sad Today’, disponibile in tutte le radio italiane da venerdì 8 luglio. La traccia, dal ritmo adrenalinico, è stata scritta dallo stesso artista con Matt Schwartz, con la produzione esecutiva di Chris Greatti. È il nuovo estratto dall’atteso terzo album in studio del cantante, “Yungblud”, in uscita il tutto il mondo il 2 settembre via LOCOMOTION/Geffen Records e già disponibile per il pre-order qui.

“Ho scritto Don’t Feel Like Feeling Sad Today una mattina in cui non volevo saperne di uscire dal letto. Mi sono seduto e ho guardato il soffitto con la testa piena di stronzate che avevo letto su di me su Internet e non volevo provare il sentimento di essere infelice. Ho scritto il testo per aiutarmi a rafforzarmi. Per me questa canzone rappresenta la felicità. La felicità raggiungibile con un morso. Una provocatoria sorta di felicità. È come guardarsi allo specchio e dire alla tristezza di fottersi e ripresentarsi un altro giorno. Volevo che questo brano fosse parte della giornata di qualcuno. Non è importante cosa stia attraversando una persona, vorrei che sentendolo ciascuno si senta più forte. Questa è la mia visione, questo il mio sogno” – racconta Yungblud.

La pubblicazione di ‘Don’t Feel Like Feeling Sad Today’ arriva dopo la registrazione del video del brano la scorsa settimana, che ha mandato in fibrillazione l’area di Southbank a Londra, con Yungblud che coinvolgeva e invitava i fan a entrare nella clip. Il video è diretto da Tom Pallant e Yungblud e mostra il cantante e i suoi seguaci seminare il caos in città, inzuppandosi durante scontri d’acqua nel pieno di una performance del brano su un autocarro adornato di slogan. Con l’ammassarsi di centinaia di curiosi e di fan armati di poster e pistole d’acqua, la situazione è stata sedata dalle autorità locali e dalla polizia metropolitana.

“Volevo replicare l’idea del brano nel video. Il mio manager mi ha chiesto cosa potessi realizzare che nessun altro farebbe. E abbiamo ideato il concept dietro la clip. Ho incontrato in tutto il mondo i miei fan, per instaurare con loro una connessione. Per guardare negli occhi un’altra persona e vedere che sta attraversando le mie stesse emozioni. È come un rituale per noi. Quando arriviamo, la polizia sa che siamo in città! Quindi mi sono detto “azioniamo le telecamere, prendiamo un camion, niente permessi, diciamo alle persone di incontrarmi in una determinata location e lanciamoci acqua addosso. Cantiamo, urliamo e proviamo emozioni insieme. Un’idea imperfetta, onesta, reale…felice…” – aggiunge l’artista sulla clip.

Lo scorso week-end Yungblud si è esibito sull’iconico palco John Peel al festival Glastonbury con una performance esplosiva. La setlist includeva le hit ‘Memories’, ‘parents’, ‘The Funeral’ ed i brani inediti ‘Tissues’ e ‘I Try Too’, tratti dall’album di prossima uscita. La performance incredibile ha mandato in tilt anche il web, con Twitter che ha visto Yungblud alla sesta posizione dei Trending Topic in UK e mandando i due album precedenti, 21th Century Liability e Weird nella top 15 della classifica inglese. Durante il weekend, Yungblud ha raggiunto anche Chris Difford (Squeeze) sul palco The Acoustic Tent per una speciale performance di “Up the Junction”.

A luglio Yungblud completerà il suo tour “Life on mars” in Australia, Nuova Zelanda e Giappone, per poi far ritorno in Nord America con apparizioni ai festival Austin City Limits, Louder than Life, Riot Fest e Firefly Music Festival.

Per conoscere tutte le date visitare la pagina: www.yungbludofficial.com/tour

Raramente un artista ha avuto fin dall’inizio un impatto culturale così importante come Yungblud, già assunto ad icona rock n’roll per la generazione Z. La sua musica si batte in difesa dei più deboli, dei freak e di chi viene posto ai margini della società, divenendo capace di conquistate legioni di fan in tutto il globo. L’artista, che si è esibito in concerti sold-out in tutto il mondo, ha ricevuto gli elogi di leggende del rock come Mick Jagger, Ozzy Osbourne, Steve Jones e Dave Grohl.

All’inizio di maggio Yungblud ha pubblicato il singolo “Memories” feat. Willow, disponibile a questo link. Il brano, che ha superato il milione di stream nella prima settimana, è accompagnato da un video diretto da Colin Tilley. Parlando della canzone Yungblud ha rivelato che: “questo brano parla di lasciarsi alle spalle i trauma passati che puoi aver vissuto e parlarne al mondo. C’è qualcosa di liberatorio nel tramutare ricordi dolorosi del tuoi passato in lezioni per il tuo future. Voglio che le persone urlino questa canzone e che sia catartico. Parla di unirsi e trasformare il dolore tramutandolo in energia positive condividendo il peso con gli altri”.

Nel mese di marzo Yungblud è uscito con “The Funeral”, il cui video vede la partecipazione dei leggendari Ozzy & Sharon Osbourne. Ad oggi “The Funeral” ha registrato 25 milioni di stream e Yungblud si è esibito con il brano al The Late Late Show with James Corden.