Eda, esce in radio e in digitale “Solo un ricordo” il nuovo singolo

21

eda bianco e nero

“Solo un ricordo ha una linea melodica quasi estiva perché fin dalla prima scrittura non c’era l’intenzione di darle un senso malinconico, ma sempre tendente alla speranza o alla positività”

Dal 27 maggio 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e in digitale “Solo un ricordo” (Grey Light), il nuovo singolo degli E.D.A. “Solo un ricordo” è un pezzo che racconta le varie fasi di un innamoramento, toccando lievemente tutte le piccolezze del vivere insieme, come sottolinea la frase: “la mattina odiavi tutti pure me, anche quando ti portavo il caffè, facevi come chi ha mal di testa, e non si ricorda come ci si sente senza”.

Di seguito l’intervista.

“Solo un ricordo” è il vostro nuovo singolo, di che cosa si tratta?

“Solo un ricordo” è un pezzo che racconta le varie fasi di un innamoramento, toccando lievemente tutte le piccolezze del vivere insieme, come sottolinea la frase: “la mattina odiavi tutti pure me, anche quando ti portavo il caffè, facevi come chi ha mal di testa, e non si ricorda come ci si sente senza”.

Cosa volete trasmettere con questo brano?

Con questa canzone vogliamo far capire che anche se si strappa una vecchia foto, il passato non muore mai, rimangono le frasi, le emozioni tutto l’insieme di quello che è un ricordo, quindi forse la cosa migliore è riuscire a trovare il bello di tutto questo è cantarlo fino a farlo diventare migliore.

Che tipo di accoglienza vi aspettate?

Speriamo che il brano venga apprezzato dal nuovo pubblico e anche dai vecchi fan, speriamo possa far cantare in macchina durante i viaggi e che sia di supporto a chi ne ha bisogno.

Come nasce il vostro progetto musicale?

Il progetto E.D.A. nasce nel 2016 dall’idea di Sidy è un vecchio compagno di viaggio con il nome di “Discomfort”. Entrambi sentivano l’esigenza di trovare un posto dove dare voce ai propri pensieri, e sentirsi a casa anche fuori. Dato il nome al gruppo bisognava solo trovare la gente con cui suonare, e così tramite dei passaparola tra scout e i corridoi di scuola abbiamo trovato la prima formazione del gruppo. Negli anni la formazione è cambiata diverse volte, fino a raggiungere il suo equilibrio, che è quello attuale.