Enzo Remo Rossi e il suo nuovo singolo “Il mostro”

107

enzo remo rossi

“Il mostro è nato in piena pandemia, esattamente il 20 aprile 2020. È una fotografia perfetta di quello che ci è accaduto. La prima parte del brano è dedicata al nostro passato, alla spensieratezza e alla bellezza della natura che ci circonda”

Fuori un nuovo singolo firmato Enzo Remo Rossi dal titolo Il mostro (prod. Musicantiere). Dopo la pubblicazione di Estate calda nel 2019, il cantautore toscano torna con pezzo che racconta verso dopo verso la battaglia dell’ultimo anno contro la pandemia, e la speranza di un ritorno alla normalità. Enzo Remo Rossi ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Il mostro” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

Il mostro non è nient’ altro che il virus che entra dentro di noi, trasformandoci nel corpo e nello spirito.

Il brano è nato in piena pandemia, cosa vuoi comunicare a chi ti ascolta?

Sicuramente la speranza di tornare presto alla normalità.

Secondo il tuo punto di vista quanto e come cambia le persone e la società la situazione che stiamo vivendo?

Le persone sono cambiate moltissimo dall’inizio di questa pandemia, e di conseguenza la società ha subito un tracollo, sia dal punto di vista dei servizi (modificati per esigenze covid) sia per la chiusura dei nostri punti di aggregazioni (cinema, teatri, musei, discoteche).

Hai iniziato a comporre canzoni all’età di sedici anni, cosa ti ha fatto avvicinare al mondo della musica?

La dolcezza, la delicatezza e la professionalità di un vecchio dalla barba bianca.