“Equilibrio mentale”, alla scoperta del brano inedito di Ultimo

46

ultimo solo

A cinque mesi dall’uscita di “Solo” (certificato disco di platino) esce oggi “Solo – Home piano session” contenente l’inedito “Equilibrio mentale”, disponibile su tutte le piattaforme digitali e, in formato fisico, in edizione limitata. “Solo – Home piano session” di Ultimo, ancora prima dell’uscita, fa sua la prima posizione nella classifica della categoria cd e vinili di Amazon.

Un pianoforte, sette brani, la voce di Ultimo e la magia si compie: con “Solo – Home piano session” il cantautore ci porta nella dimensione a lui più congeniale, quella piano e voce. “Solo – Home piano session” si apre con “Equilibrio mentale”, un brano inedito, che chiude concettualmente il cerchio aperto con “Solo” sul tema della salute mentale. La canzone è stata spoilerata da Ultimo sul suo profilo Instagram.

Questo è il racconto di Ultimo attraverso i suoi profili social: «Equilibrio mentale è una canzone che ho avuto bisogno di scrivere come richiesta d’aiuto. Come quando un bambino al buio dice “mamma” per sentirsi al sicuro. È il bisogno di sapere che dall’altra parte c’è qualcuno che mi ascolta, che capisce come sto e non lo giudica. Ho vissuto questi anni con un umore altalenante e tuttora mi capita. Un momento sto bene e il momento dopo non ci riesco. Questa condizione alla lunga ti fa sentire vuoto e soprattutto senza un equilibrio mentale, senza un ritmo giornaliero che ti lasci in pace con te stesso. È una canzone che ha una sua missione. L’ho scritta per aiutare chi ha perso la via o chi non l’ha mai trovata. Allo stesso tempo, nel ritornello dico “da solo non ce la farò”, perché per quanto io abbia scritto della solitudine con SOLO e continui a pensare che la solitudine serva, noi siamo fatti per condividere le nostre frustrazioni ed emozioni, e quindi mi piace pensare che questa canzone chiuda il capitolo di SOLO, anche come mio percorso umano. La solitudine aiuta a ritrovarsi, ma non può essere per sempre. Con Equilibrio mentale sento di aver chiuso il cerchio».

A seguire, una selezione di 6 brani del disco, che nella loro nuova versione piano e voce si mostrano all’ascoltatore nella loro forma più essenziale.

Tutti i brani sono stati registrati all’interno di una villa sul Lago di Como, che ha contribuito a conferire alle canzoni un’atmosfera unica, difficilmente rintracciabile in uno studio di registrazione.

Tracklist “SOLO – Home piano session”:

1. Equilibrio mentale – Home piano session

2. Il bambino che contava le stelle – Home piano session

3. Solo – Home piano session

4. Isolamento – Home piano session

5. Niente – Home piano session

6. Quel filo che ci unisce – Home piano session

7. Sul finale – Home piano session

Il tour Ultimo Stadi 2022, per cui sono stati già venduti oltre 500.000 biglietti, vedrà Ultimo esibirsi in 15 stadi, rendendolo così l’artista italiano più giovane di sempre ad intraprendere una tournée negli stadi.

Date tour Ultimo 2022

• – 5 giugno 2022 – BIBIONE, Stadio Comunale (DATA ZERO)

• – 11 giugno 2022 – FIRENZE, Stadio Artemio Franchi (SOLD OUT)

• – 12 giugno 2022 – FIRENZE, Stadio Artemio Franchi

• – 17 giugno 2022 – ANCONA, Stadio del Conero

• – 22 giugno 2022 – TORINO, Stadio Olimpico Grande Torino

• – 25 giugno 2022 – NAPOLI, Stadio Diego Armando Maradona (SOLD OUT)

• – 26 giugno 2022 – NAPOLI, Stadio Diego Armando Maradona

• – 30 giugno 2022 – MODENA, Stadio Alberto Braglia

• – 3 luglio 2022 – BARI, Stadio San Nicola

• – 7 luglio 2022 – PESCARA, Stadio Giovanni Cornacchia

• – 11 luglio 2022 – CATANIA, Stadio Cibali

• – 12 luglio 2022 – CATANIA, Stadio Cibali

• – 17 luglio 2022 – ROMA, Circo Massimo (SOLD OUT)

• – 23 luglio 2022 – MILANO, Stadio San Siro (SOLD OUT)

• – 24 luglio 2022 – MILANO, Stadio San Siro (SOLD OUT)

I biglietti sono disponibili online su ticketone.it e presso tutti i rivenditori autorizzati. Tutte le info sono disponibili su vivoconcerti.com

Testo di Equilibrio mentale

mi sento come questa goccia appesa a una ringhiera
che casca e si concede a quest’asfalto, questa sera
mi sento come un piccolo secondo da smaltire
come un cerchio di un ricordo che si chiude e va a dormire

mi sento come quei binari fermi alla stazione
mentre aspettano quel treno che ha cambiato direzione mi sento come tanti, ma non sono più nessuno
e cammino in questa casa in cui hai lasciato il tuo profumo

ma, allora, dammi la tua mano perché da solo non ce la farò io che ho sudato per un piano che per destino non realizzerò

amore, dammi la tua mano
che sto crollando dentro ai miei “perché” vedo le luci da lontano
devo resistere

il mio equilibrio mentale si sgretola solo
mentre affogo nel mare e accanto non c’è nessuno

mi sento come freni che non funzionano bene
perché io non so fermare mai un’emozione se mi viene mi sento come carte in cui è già pieno di pensieri
che poi lasci in libreria, dove depositi il tuo ieri

mi sento come spazio tra l’istinto e la ragione
io compenso le mie voglie non portandole all’errore come un vaso condannato alla polvere in cantina
e ricordi quando tu dicevi “è bello”, gli anni prima

amore, dammi la tua mano perché da solo non ce la farò io che ho sudato per un piano che per destino non realizzerò

amore, dammi la tua mano
che sto crollando dentro ai miei “perché” vedo le luci da lontano
devo resistere

il mio equilibrio mentale si sgretola solo
mentre affogo nel mare, accanto non c’è nessuno

faccio sogni un po’ strani poi mi sveglio sudato
mi alzo ed esco a fumare sopra passa un aereo

allora insegnami tu a vivere,
allora insegnami tu a vivere,
allora insegnami tu a vivere
che io non so, non so come resistere

allora insegnami tu a vivere,
allora insegnami tu a vivere,
allora insegnami tu a vivere
perché non so, non so come resistere