“Etilene”, il nuovo singolo di Lorenza: “Un nuovo capitolo della mia vita”

110

“Sola in questo mondo che non mi appartiene, uno spazio vuoto pieno di catene e mi fa male e mi fa bene e brucia come l’etilene”

lorenzaDa venerdì 29 gennaio è disponibile in rotazione radiofonica “Etilene”, il nuovo singolo di Lorenza. Etilene racconta di Milano, la metropoli italiana per antonomasia. Tutto è più frenetico, più importante, più imponente, e ognuno vive la propria vita indipendentemente da ciò che gli accade attorno. Ecco, Etilene parla proprio di questo, di come Milano riesca ad accoglierti e a toglierti subito di dosso quella sensazione di disagio e inappropriatezza che sono caratteristiche intrinseche di chi arriva da una piccola provincia. Una grande città che ti accoglie indipendentemente dalla tua razza, provenienza o estrazione sociale e ti accetta per quello che sei.

Lorenza ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Etilene” è il tuo nuovo singolo, come nasce?

Etilene nasce a 6 mani… avevo l’esigenza di raccontare questo nuovo capitolo della mia vita… sa non è proprio facile partire da un paese di 1000 anime dove tutti si conoscono verso una città come Milano. Rappresenta quindi il mio stato d’animo nel momento in cui mi sono ritrovata davanti una città così grande, a tratti pressante pesante ma allo stesso tempo piena di sogni ed opportunità.

Cosa vuoi comunicare con questo brano?

Vorrei che il mio brano trasmettesse serenità, energia positiva e forza. Le stesse emozioni che vivo quando canto o sto su un palco.

Come ti sei avvicinata al mondo della musica?

Mi raccontano che già piccola piccola cantavo con la mia nonna “Nella vecchia fattoria”… poi un regalo inaspettato… il mio primo microfono con mille luci colorate a 3 anni… la mia prima recita alle elementari… che emozioni… da lì ho capito che la musica sarebbe stata la mia vita…

Il tuo stile musicale è un misto fra Soul, Pop e R&B. In che modo lo hai maturato?

Non so perché ma sin da piccola sono sempre stata attratta dai grandi artisti internazionali.. Poi c’è stato l’incontro con la mia prima insegnante di canto Cheryl Porter. Quello è stato l’inizio del mio percorso e del mio sogno.