“Every human needs a human”, il singolo di Ismaila Mbaye & La Scelta

28

every human needs ahuman

“Sono molto contento che questo singolo esca in questo momento, per tanto tempo siamo stati fermi e mi auguro possa essere un’occasione in più per non perdere la voglia di andare avanti e di divertirci, credendo alla vita, alla musica e alla gioia di vivere”

Every human needs a human” (Coffee Records / Halidon) è il titolo del nuovo singolo di Ismaila Mbaye & La Scelta, in radio e su tutte le piattaforme digitali da venerdì 13 maggio. Una collaborazione fra la band romana e il percussionista senegalese di fama internazionale, artista eclettico, storyteller e ambasciatore umanitario di pace e integrazione.

Un progetto realizzato nella primavera del 2021 e pensato come ponte di integrazione multiculturale tra l’Italia e il Senegal.

In “Every human needs a human” emerge l’importanza della condivisione e dell’aspetto terapeutico legato alla socialità, per cui ogni essere umano è medicina dell’altro. Il brano è infatti pervaso da un’atmosfera di gioia e di festa, dalla voglia di ricominciare a stare insieme dopo il lungo periodo di distanziamento sociale dovuto alla pandemia.

Di seguito l’intervista.

“Every human needs a human” è il tuo nuovo singolo in collaborazione con la band La Scelta, di che cosa si tratta?

Si tratta di un progetto pensato come ponte di integrazione multiculturale tra l’Italia e il Senegal. Ogni essere umano è medicina dell’altro, non a caso il brano è pervaso da un’atmosfera di gioia e di festa, dalla voglia di ricominciare a stare insieme dopo il lungo periodo di distanziamento sociale dovuto alla pandemia.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano e qual è il messaggio che vorresti venisse recepito?

In questo mondo, in cui spesso l’essere umano sta perdendo la sua umanità, bisogna ricordare alla gente che è importante essere vicino agli altri. Attraverso la musica cerco di dare il mio contributo e il mio messaggio, perché la musica è la prima lingua di ogni popolo e attraverso essa si possono veicolare tante idee importanti.

C’è anche un videoclip, com’è stato girarlo?

È stato bellissimo, ci siamo divertiti molto. Lo abbiamo girato in un parco di 18 ettari dove da sempre vige il rispetto per la natura, gli animali e la vita all’aria aperta. Nelle scene del video traspare l’intento di ricreare il clima leggero e festaiolo, tipico del sabato sera.

Sei musicista percussionista e attore, come coniughi queste due attività?

Bene perché oltre ad essere un lavoro è anche una passione. Quindi qualsiasi cosa faccio ci metto prima il cuore e la passione, ovviamente a volte è difficile ma mettendoci tutto me stesso e il cuore diventa più facile.