“Fantasma” è il nuovo singolo di Grey Religion: il significato

20

grey religion

“Spesso mi sento in questo mondo come un fantasma, anche se dentro di me c’è un mondo tutto da scoprire. Oggi è tutto basato molto sull’apparenza e poco sulla parte introspettiva di una persona, per questo credo che sia un’epoca molto superficiale e fredda, distaccata a livello umano”

Fuori da oggi mercoledì 22 settembre l’ultimo singolo di Grey Religion dal titolo Fantasma. Grey Religion è il nome d’arte di Nicholas Russo, beatmaker, produttore, rapper e cantante emiliano classe 1997. Con questo pezzo l’autore decide di rivolgersi ai suoi fan mettendo a nudo la sua parte più intima, descrivendo le proprie sensazioni sull’essere e sull’apparire.

Grey Religion ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Fantasma” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

Spesso mi sento in questo mondo come un fantasma, anche se dentro di me c’è un mondo tutto da scoprire. Oggi è tutto basato molto sull’apparenza e poco sulla parte introspettiva di una persona, per questo credo che sia un’epoca molto superficiale e fredda, distaccata a livello umano. Anche la mia musica è piena di sfaccettature melodiche diverse da ciò che si sente in giro musicalmente, anche con la chitarra elettrica, che io stesso suono. Voglio lasciare all’ascoltatore un sentore di verità musicale. “Fantasma”, come tutte le mie canzoni, è un richiamo per chi si sente invisibile in questo mondo,, spesso assillante, per chi prova solitudine e cerca condivisione.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Voglio trasmettere sicuramente sentimento, energia e diversi pensieri interiori di diversi argomenti, ognuno poi ha la sua interpretazione ed è questo che mi piace.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Non mi aspetto nulla, sono contento se amate la canzone e spero vi abbia trasmesso qualcosa, me per è già tantissimo.

Come ti sei avvicinato al mondo della musica?

Fin dall’età di sei anni ho intrapreso il percorso da musicista studiando chitarra elettrica presso il mio paese; ero un bambino un po’ solitario fuori dagli schemi, preferivo vivere le mie giornate a suonare piuttosto che andare a giocare. All’età di 13 anni ho formato due band e ho iniziato a suonare in vari locali partecipando a diversi talent nella zona, iniziando così a scoprire il mondo esterno. Dopo il liceo ho frequentato il conservatorio di Ferrara ma non soddisfatto di ciò che avevo intrapreso iniziai a studiare chitarra elettrica nella scuola di musica moderna di Modena, frequentando contemporaneamente corsi di steimberg cubase e produzione mixing e mastering. Ho realizzato uno studio di registrazione in casa e ho cominciato ad auto produrmi dando vita a diversi progetti a partire dal dark conscious fino ad arrivare al pop acustico E ROCK. Il mio primo album “muoio in poesie” è stato pubblicato nel 2019. Passavo intere notti a registrare e a scrivere canzoni infatti ho diversi album ancora nascosti al pubblico. Nel 2019 ho partecipato alla scuola di Mogol in Umbria tramite il concorso Tour Music Fest dove per una settimana ho studiato diverse strategie di scrittura e lezioni di canto. Qualche mese dopo sono entrato a far parte dell’etichetta indipendente PMS STUDIO con sede ad Alfonsine iniziando così a pubblicare diversi videoclip musicali tra cui “Non scherzo sai”, “Vorrei regalarti”, “Terrore”, “Non lasciarmi mai”, “Dio”, arrivando fino ad oggi con l’ultima uscita “FANTASMA”. Negli ultimi mesi sto seguendo dei corsi di mixing and mastering dal fonico di Cesare Cremonini e Laura Pausini presso recording Over studio a Cento(FE) e ho anche studiato alcune tecniche di mixaggio da Salvatore Addeo (fonico di Emis Killa,Vegas Jones ecc..) Online, portando alla crescita del mio studio di registrazione (PANIC ROOM). La musica è sempre stata parte della mia vita , la mia felicità, il mio rifugio nei momenti tristi ed è sempre stata la mia salvezza. Non c’è giorno in cui la musica non sia presente nella mia vita.