“Felpa” è il nuovo singolo di Filippo Cattaneo Ponzoni

57

“È una canzone che, con nostalgia, racconta la rottura di un’amicizia che sarebbe potuta sfociare in qualcosa di più serio.”

filippo cattaneo ponzoniVenerdì 8 aprile 2022 è uscito “Felpa“, il nuovo singolo di Filippo Cattaneo Ponzoni. Un nuovo capitolo per il cantautore e chitarrista di Bergamo che, dopo un EP di debutto e un’esperienza nazionale come chitarrista di Ghemon (con cui collabora tutt’ora), torna con una felpa, metafora della rottura di un’amicizia, un brano che unisce influenze che vanno dal cantautorato urban al lo-fi con venature R’n’B, senza rinunciare a un fascino retrò. Dedicato a tutti quelli che si chiedono ancora come sta l’altro, senza di noi.

Filippo Cattaneo Ponzoni ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Felpa” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

È una canzone che, con nostalgia, racconta la rottura di un’amicizia che sarebbe potuta sfociare in qualcosa di più serio. A causarla c’è anche un cattivo tempismo da entrambe le parti che ovviamente non ha aiutato a esprimere quello che in realtà entrambi provavano reciprocamente. Di lei rimane solo il suo “profumo su quella mia felpa” che le prestavo e oggi, quando capita di incontrarsi in giro, a stento ci salutiamo, come sconosciuti.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Quando ho scritto questa canzone stavo pensando al fatto che esistono quelle relazioni di amicizia che sembrano perfette e indissolubili, quei legami destinati a durare negli anni. Poi ci si accorge che la grande affinità che si è creata nel tempo potrebbe andare oltre l’amicizia ma da entrambe le parti manca il coraggio nel farsi avanti per paura di rovinare tutto. In questo limbo il non esprimere i veri sentimenti pian piano logora il rapporto tra i due che ora si comportano come estranei.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Sono sempre curioso di vedere la reazione delle persone che ascoltano la mia musica perchè ogni volta cerco di esplorare nuovi territori musicali senza quindi dare punti di riferimento. La canzone è entrata nella playlist “anima R&B” di Spotify e spero che questo permetta a più persone possibili di avvicinarsi al mio mondo. Ovviamente non vedo l’ora di portare live questa canzone insieme a quelle del disco a cui sto lavorando e che vedranno la luce nei mesi a venire.

Come ti sei avvicinato al mondo della musica?

In casa mia ho respirato aria di musica fin da piccolo anche grazie a mio padre che ha fatto per diversi anni lo speaker alla radio. Nel 2011 mi sono avvicinato alla chitarra e uno dei motivi per cui ho scelto questo strumento è stata la passione per John Frusciante e i Red Hot Chili Peppers. Da lì è stato un amore a prima vista che non si è più fermato. Dal 2018 sono diventato il chitarrista di Ghemon, artista e persona che ammiro tantissimo e con cui collaboro tuttora. Questa collaborazione mi ha permesso di crescere, maturare e di suonare sui palchi di tutta Italia. Contestualmente ho sentito l’esigenza di iniziare a scrivere canzoni e quindi oggi porto avanti in parallelo queste due strade.