Fernando Alba: il nuovo singolo “Il Sole e la Luna” in radio e nei digital store dal 25 ottobre

16

ROMA – Il nuovo singolo di Fernando Alba s’intitola “Il Sole e la Luna” e sarà disponibile da martedì 25 ottobre nei digital store e in radio (Maqueta Records/Artist First). Quest’inno all’Universo è stato inciso a Sòfia, con la partecipazione della Bulgarian National Radio Symphony Orchestra. Un brano dalle sonorità jazy con sfumature rockeggianti, due generi musicali agli antipodi, come a voler sottolineare musicalmente la contrapposizione tra il sole e la luna, elementi di ispirazione di grandi poeti, ma che il cantautore siciliano ha voluto raccontare, a modo suo, in questa nuova canzone.

“Il brano è dedicato al cosmo che osserviamo e che ci osserva da lontano. Stiamo vivendo un periodo difficile – afferma Fernando Alba – ho voluto alzare la testa per capire se, chi ci guarda dall’alto, sa quel che sta succedendo su questa terra. Questa nuova opera dà continuità al lavoro che sto facendo per narrare, in musica, il tempo in cui viviamo, iniziato con la canzone “Abbiamo contagiato il mondo” e continuato con i successivi singoli: “Immagina”, “La canzone del mondo” ed oggi appunto con “Il Sole e la Luna”. Il testo credo sia una metafora perfetta per raccontare il destino e tanti altri sentimenti, ma è anche un inno, una preghiera d’aiuto, una riflessione ad alta voce”.

La canzone “Il Sole e la Luna” ci porta nello spazio e lo fa con suoni acustici, niente synth o elettronica, solo strumenti reali. Il testo è una poesia, ma anche una prosa, è una fiaba, ma è anche la nostra storia. Le melodie si muovono in una costruzione armonica rock/jazz, probabilmente unica nel suo genere e volutamente in contrapposizione, proprio come il Sole e la Luna. Il brano è un omaggio a queste due affascinanti stelle, che da sempre vengono invocate, amate, perché ci donano ogni giorno atmosfere magiche di forte ispirazione.

Il singolo è stato scritto e composto da Fernando Alba. Oltre alla Bulgarian National Radio Symphony Orchestra, hanno preso parte alle registrazioni: Marco Rovinelli alla batteria, Giorgio Rosciglione al contrabbasso, Simone Gianlorenzi e Mario Romano rispettivamente alla chitarra elettrica ed acustica e Seby Burgio al pianoforte. Il brano è stato mixato da Vincenzo Cavalli, masterizzato da Carmine Simeone e prodotto da Alessandro Paolinelli per Maqueta Records.