“Firestone” di Kygo supera 600 milioni di visualizzazioni su Youtube

Firestone, Kygo ft Conrad Sewell

Ha raggiunto quasi 604 milioni di visualizzazioni il brano con cui Kygo ha battezzato il suo successo mondiale

Firestone” cantato da Conrad Sewell è stato scritto a tre mani da Kygo, Conrad Sewell e Martijn KonignenburgIl e ha venduto più di 2.000.000 copie in tutto il mondo ottenendo il quadruplo disco di platino in Italia nel dicembre 2015 ad un anno dalla sua pubblicazione. Il brano è esploso nell’estate 2015 allineandosi alle immagini di Kygo che suona ad una festa, come si vede nel video del singolo pubblicato sul canale Vevo del dj.

Due giovani che si incontrano, si perdono, si cercano e si ritrovano su un tetto paiono nello story telling della canzone. Lo smarrimento di lui che perde la sua amata, la rincorsa per ritrovarla, la conquista tra tante ragazze alla festa e poi gli sguardi che si incrociano e si riprendono.

Una canzone che parla di due pietre infuocate come il titolo stesso definisce, “firestones”, che nel toccarsi si sentono pervadere di fiamme, di passione nei loro cuori ed illuminare il mondo di luce. La potenza dell’amore e la sua scia brillante si trasmettono tutte con le note di Kygo che rilasciano il grande impatto emotivo che il testo vuole comunicare.

Una musicalità che parte piano, come con passi pedanti e sale scandita da un battito acceso. Non c’è solo ritornello ad animare il singolo ma il tutto si compone in una dance che fa muovere, che scuote, che mette di fronte un ritmo che non lascia inermi. Una danza pop corretta dalla tipica tropical house di Kygo che nelle spiagge estive del 2015 si è fatta sentire da padrona e ha dominato le classifiche dai vertici.

Kygo si fa presto conoscere nei suoi brani con la sua impronta che arriva a coccolarci e poi ci avvolge in una pacata ventata di evasione. Ci fa ballare, sognare, rilassare, ci predispone l’animo a buoni sentimenti perché nei suoi brani che lo si colga con totale piacevolezza o meno, c’è sempre un sapore di pacifico sentire e vagheggiare verso un invisibile ma presente esserci.

Firestone ha così segnato l’inizio di una firma che continua a regalarci brani da ascoltare e riascoltare senza stanchezza ma entusiasmo maggiore.