Fragile ep di Clio and Maurice ha una versione extended

20

clio maurice

“Fragile EP Extended è il nostro modo di riprendere un discorso che si è interrotto in questi mesi di pausa forzata: volevamo dare una seconda opportunità al nostro lavoro, uscito in tempi così particolari”

Torna il duo milanese Clio and Maurice con una versione extended del disco di debutto Fragile. Loro sono un duo impossibile formato solo da voce e violino, rispettivamente Clio Colombo e Martin Nicastro (dei Pashmak). La loro musica è frutto dell’unione di diverse influenze, fuse nel minimalismo della loro formazione atipica: dal soul di Nina Simone, fino al pop sperimentale degli ultimi lavoro di Arca, Björk e James Blake. Qui gli archi vengono orchestrati e manipolati grazie all’utilizzo di effetti e pedali, formando i paesaggi sonori dove la voce è protagonista.

Clio and Maurice ci hanno gentilmente concesso un’intervista.

“Fragile” ha una versione extended, come si caratterizza?

Si tratta dei 6 brani originali con l’aggiunta di un brano originale registrato nelle medesime sessioni in studio, “Pride”, e di una cover live del brano “Four Women” di Nina Simone.

Cosa volete trasmettere con questo lavoro?

Il nostro desiderio era riprendere il discorso là dove si era interrotto a causa della pandemia: non avendo potuto portare dal vivo Fragile quando è uscito a novembre 2020, abbiamo deciso di non metterlo da parte ma di ampliarlo con due brani.

Che tipo di accoglienza vi aspettate?

Speriamo che le persone siano incuriosite da questi due nuovi brani, che non abbiamo intenzione di pubblicare sulle piattaforme streaming ma solo come download digitale dalla nostra pagina Bandcamp. La nascita della versione estesa è stata legata anche ad una campagna crowdfunding per la stampa delle prime copie fisiche di Fragile.

Come nasce il vostro progetto musicale?

Il progetto nasce circa tre anni fa dal desiderio di fare finalmente musica insieme coniugando i nostri due strumenti principali, la voce e il violino.