Freak Show: esce in radio e in digitale “Misty Soul”

32

freak show

Nel videoclip di “Misty Soul” la band è vista come una casa, ogni componente ha una sua funzione, proprio come le stanze all’interno di un’abitazione

Dal 26 agosto 2022 è disponibile in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme di streaming “Misty Soul”, il nuovo singolo dei Freak Show con il featuring di Luca Impellizzeri alle percussioni e Daniela Galli “Dhany” al backing vocals. “Misty Soul” è un brano che descrive il desiderio di vivere il momento senza troppi pensieri. Godersi l’attimo, magari con la persona che più ti interessa, e divertirsi in un mix di attrazione e chimica. Una sorta di sogno che si vuol far diventare realtà, “sempre di più”.

I Freak Show ci hanno gentilmente concesso un’intervista.

“Misty Soul” è il vostro nuovo singolo, di che cosa si tratta?

Misty Soul parla dell’importanza di vivere il momento. Questi tempi sono veloci, addirittura frenetici. Diventa difficile, quando viviamo qualcosa di importante, goderselo nel momento in cui accade perché siamo sempre impegnati, anche mentalmente, a fare altro. Come fare i video ai concerti e poi scoprire che non hai visto il concerto stesso, se non attraverso uno schermo. Ma poi, rimanendo su questo esempio, perché fai il video? Probabilmente non lo riguarderai mai. Lo pubblichi sui social? Ai tuoi amici non interessa affatto perché sono impegnati a pubblicare i loro video, non hanno tempo per il tuo. E poi come si vedrà? Come si sentirà? Al 95% verrà uno schifo. E intanto ti sei perso l’attimo che si fissa nella memoria e rimane con te per sempre.

Cosa volete trasmettere con questo brano?

Vorremmo che, ascoltando il brano, la mente si alleggerisse dei problemi quotidiani, delle beghe di lavoro, dell’opinione non richiesta degli altri, insomma, di tutto ciò che ci appesantisce l’anima. Nella canzone si accenna anche al fatto che il top sarebbe trovare qualcuno con cui condividere queste emozioni positive ma va bene anche se lo si fa da soli.
Il linguaggio musicale, invece, è sempre il nostro: un pop funk “tirato” e contaminato da sfumature varie, a volte fusion, a volte rock.

C’è anche un videoclip, come si caratterizza?

Il videoclip mostra una casa che ospita la band. La metafora è che la band è una casa dove convivono diverse anime, in questo caso anime musicali. E’ come dire che ognuno di noi apporta al sound la sua particolare esperienza che si miscela con quella degli altri, armonicamente. Con Misty Soul, più che con altri pezzi, vi facciamo entrare nel mondo dei Freak Show che, almeno in questo momento, perseguono questo tipo di sonorità e di groove. Più avanti non sappiamo come evolverà ma adesso è così.

Come nasce la vostra band?

In maniera molto tradizionale: in risposta ad un annuncio. C’è da dire che a Bologna è molto facile formare una band, dato l’enorme numero di musicisti presenti sul territorio. Molti dei colleghi musicisti suonano in più band e, siccome è una città relativamente piccola, ci si conosce un po’ tutti. Però noi siamo stati fortunati perché condividiamo l’amore per la black music, sotto ogni forma: blues, soul, funky e tutti i loro derivati. Non abbiamo dovuto adeguarci, siamo già sulla stessa onda.