I Marlene Kuntz dopo la morte di Luca Bergia: “Confermato il concerto a Saluzzo, suoneremo per te”

59

CUNEO – “Caro Luca, sei stato l’anima leggera della nostra band. La tua ironia sagace, i tuoi giochi di parole, la tua prontezza di riflessi, la tua sensibilità nascosta, la tua bontà, erano necessari alla sanità del nostro piccolo, orgoglioso ecosistema. Senza di te avremmo spesso permesso a una cappa di oscurità di sovrastare le nostre paturnie e la nostra risibile incomunicabilità. Un ruolo necessario che ha reso incorruttibili questi anni gloriosi. Ci mancheranno tutte le tue azioni di collante, la solidarietà, l’amicizia, la complicità di un progetto di vita condiviso per più di 35 anni, l’affidabilità della tua solenne lealtà. Ti stavamo aspettando, per riappropriarcene, non ce l’hai fatta, ne resteremo orfani. Ma ti saremo grati, sempre e comunque”.

Così i Marlene Kuntz salutano il loro storico batterista Luca Bergia, scomparso improvvisamente ieri all’età di 54 anni. La band annuncia poi di aver “preso la dibattuta decisione di fare domani il concerto a Saluzzo in teatro. “Come la fai la sbagli”, e noi cercheremo di ignorare coloro che avranno modo di ridire sulla nostra scelta, come coloro che invocheranno l’excusatio non petita”. E concludono: “Comunichiamo dunque che desideriamo suonare per te. L’arte ha il dovere di proseguire, di fare la sua parte, con la sensibilità che le è congenita, in grado di chiarificare il dolore a qualsiasi grado esso si manifesti. Tu Luca hai sublimato il tuo per molto tempo, da un certo punto in avanti, creando insieme a noi così tante canzoni, e circa due anni fa non ce l’hai più fatta. Lo vogliamo fare noi per te, ora che non ci sei più, e vogliamo farlo ora, proprio nei pressi della tua morte, per quanto sarà difficilissimo”.