Igiene degli occhiali e benessere degli occhi: alcuni consigli

40
ZEISS DuraVision AntiVirus Platinum UV is a premium anti-reflective lens coating which deactivates viruses and bacteria on the surface of the lens.

I più recenti studi dimostrano che lenti e montature di occhiali sono contaminate da virus e batteri

L’attenzione verso il mondo di virus e batteri è oggi più alta che mai e di conseguenza anche il tema dell’igiene è diventato molto attuale. Lavarsi le mani frequentemente, utilizzare gel disinfettanti, sanificare i dispositivi che si utilizzano sono abitudini che ormai fanno parte della nostra quotidianità. Spesso però ci si dimentica degli occhiali, anche per la loro “invisibilità”. Tuttavia, proprio per la loro posizione al centro del viso, le lenti presentano una contaminazione batterica significativa e altamente diversificata: la causa è dovuta non solo alla vicinanza con orecchie, naso e bocca, tutte zone su cui la flora batterica naturale ospita già molti germi anche al fatto che chi indossa occhiali da vista, è portato a toccarli o sistemarli di frequente, aggiungendo altri batteri e funghi.

Come fare quindi a tenere igienizzati i propri occhiali? Come prevenire che batteri e virus vengano a contatto con i nostri occhi?

ZEISS Vision Care ha stilato 4 consigli da tenere a mente per preservare le lenti e le montature libere da virus e batteri:

  1. Pulizia regolare e accurata: la pulizia degli occhiali dovrebbe essere regolare quanto quella delle mani. Come? Usando salviettine monouso, con una formulazione appositamente studiata per la pulizia delle lenti o, in alternativa, utilizzando acqua e sapone neutro. Anche il detersivo per i piatti o l’alcool possono agire in maniera efficace, ma bisogna sempre verificare prima che la composizione di questi detergenti non sia troppo aggressiva e causi danni al materiale o alla colorazione dell’occhiale. È importante pulire anche la montatura e soprattutto i naselli degli occhiali proprio perché questa è la zona spesso più trascutata, in cui virus e batteri possono nascondersi.
  2. Attenzione ai comuni disinfettanti: in casa sono spesso disponibili diversi disinfettanti generici, quindi non appositamente pensati per gli occhiali e le lenti. Se usati per questi ultimi, potrebbero essere troppo aggressivi e potrebbero danneggiare il rivestimento delle lenti e il materiale della montatura. Il consiglio è quello di parlare con l’ottico e chiedere un prodotto specifico per le lenti e la montatura.
  3. Irradiazione con luce UV-C: in commercio sono disponibili le lampade UV-C, spesso utilizzate anche negli ospedali e negli studi medici per la disinfezione. Come funzionano? Si inseriscono gli occhiali in questa lampada chiusa su tutti i lati e dopo pochi minuti queste sono liberi da germi. È importante però ricordare che la luce UV può però danneggiare gli occhi: pertanto, si dovrebbero usare sempre dispositivi di irradiazione chiusi.
  4. Affidarsi a un trattamento contro virus e batteri per lenti da vista: ZEISS ha recentemente lanciato ZEISS DuraVision AntiVirus Platinum UV, il primo trattamento antiriflesso che contrasta ed elimina attivamente il 99,9% dei virus e batteri potenzialmente nocivi presenti sulla superficie della lente. Grazie all’intuizione di integrare in maniera invisibile ma efficace ioni di argento in un sottilissimo strato della lente, ZEISS è riuscita a sviluppare un trattamento che permette di ridurre la contaminazione microbica sulle lenti per occhiali, contribuendo a migliorare l’igiene delle lenti nella vita quotidiana.