La scomparsa di Michele Manzotti: il ricordo del Mei, del Forum del giornalismo musicale e dell’Agimp

14

candela luttoFIRENZE – Il Mei, il Forum del giornalismo musicale e l’AGIMP accolgono con sgomento la notizia della improvvisa scomparsa di Michele Manzotti, giornalista della Nazione, direttore della rivista online Il Popolo del Blues, presidente dell’AGIMP e grande appassionato di musica. Michele Manzotti partecipava sin dalla nascita al “Forum del giornalismo musicale’, che si tiene dal 2016 a inizio autunno nell’ambito del Mei – Meeting Etichette Indipendenti di Faenza, e coinvolge ogni anno molti giornalisti e critici di diversa provenienza ed età. Nell’ambito del Forum era stato uno dei promotori dell’AGIMP, l’Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari.

Enrico Deregibus, responsabile del Forum, lo ricorda con queste parole: “È veramente difficile trovare parole. L’incredulità si mescola alla tristezza per la perdita di una persona di rara cortesia e competenza. Conoscevo Michele da più di venti anni e in tutti questi anni ci siamo sempre tenuti in contatto, abbiamo sempre trovato il modo di collaborare. Era una sicurezza Michele, una persona affidabile come poche altre nell’ambiente musicale, estremamente preparato, preciso e allo stesso tempo con una grande passione, pura, per la musica, dalla classica al rock. Quando lo coinvolgevo in qualcosa sapevo di non sbagliare. Era stato da subito uno dei sostenitori del Forum del giornalismo musicale che dirigo nell’ambito del Mei ed uno dei protagonisti di una idea nata nel Forum, l’AGIMP, l’Associazione dei Giornalisti e critici Italiani di Musica legata ai linguaggi Popolari, acronimo che – mi viene in mente ora la telefonata con lui – avevamo pensato insieme. Come tante altre cose in tutti questi anni. Mancherà, mancherà tanto”.

Giordano Sangiorgi, patron del MEI, ne parla così: “Presente fin dalle prime edizioni al MEI e ai nostri principali eventi di valorizzazione del liscio, sempre attento, sensibile e disponibile verso ogni novità e collaborazione, amico e partner grazie all’idea dell’Agimp. C’eravamo visti pochi giorni fa per poi rivederci a maggio per attivare nuove iniziative legate all’associazione con il prossimo MEI insieme a Simona Cantelmi. Lascia un grande vuoto. Procederemo senz’altro con quelle indicazioni in suo nome e il premio che aveva in mente di assegnare lo dedicheremo a lui”.

Dal direttivo dell’AGIMP arriva questa nota: “Eleggere Michele Manzotti presidente per noi dell’AGIMP è stato quasi ovvio: la sua competenza era talmente evidente che non poteva esserci scelta migliore. Ma oltre al lato professionale c’era la sua profondissima umanità e passione che metteva sempre in campo. È con grande dolore che siamo costretti a salutarlo per l’ultima volta. Ciao Michele, e grazie”.