“La vita Splendida”, video e significato del testo

96
tiziano ferro walid azami
Tiziano Ferro – foto di Walid Azami

Questa frase, profonda e significativa è l’incipit della bella canzone di Tiziano Ferro, intitolata “La vita Splendida”, tratta dall’album “Il mondo è nostro”, uscito nel novembre dello scorso anno e che ha decretato il ritorno del noto cantante nel panorama musicale italiano. Tiziano Ferro, classe 1980, nasce a Latina il 21 febbraio e sin da piccolino manifesta la sua propensione alla musica, difatti alla tenera età di cinque anni come regalo di Natale riceve una piccola tastiera giocattolo; inizia immediatamente a comporre piccole canzoni e questo sarà l’inizio di quella che diventerà una “splendida” carriera.

Videoclip

A sedici anni entra nel Coro Gospel di Latina e l’anno successivo si iscrive all’Accademia della Canzone di Sanremo, fermamente intenzionato a partecipare al Festival del 1998 ma non sarà fortunato dato che verrà scartato nelle prime selezioni.

Da quel momento, la sfortuna sembra accanirsi su di lui, difatti fino al 2001, riceverà una serie di rifiuti fino che però non smorzeranno la sua voglia di farsi conoscere. Nello stesso anno, inizia la risalita quando incontrerà Alberto Salerno e la mitica Mara Maionchi, che aveva già avuto modo di conoscere; grazie a loro si realizza la produzione del suo primo album “Rosso Relativo”; finalmente il suo talento verrà riconosciuto, inizierà la sua ascesa verso il successo fino ad arrivare a oggi.

Nel tempo Tiziano è cresciuto esponenzialmente e ci dona con la sua voce e i suoi testi, contenuti che è impossibile dimenticare. Nel tempo, abbiamo ascoltato e cantato le sue canzoni e la sua voce inimitabile.

La Vita è Splendida” è uno dei brani che il pubblico ha amato maggiormente e che ha conquistato tantissime persone: parole importanti cantate da un mito della musica italiana.

“Amati più che puoi

E poi amati come vuoi

Lascia stare chi ti punta il dito

E lascia stare chi non l’ha capito”

Questa canzone racconta di un dialogo che il cantante ha immaginato di avere con la sua amica più cara; con lei ha vissuto la sua giovinezza e oltre. Nel corso degli anni, hanno affrontato insieme i momenti belli ma anche difficili della vita e con questa canzone, sostanzialmente rende omaggio alla vera amicizia e alla vita, perché si sa che il nostro percorso è irto di ostacoli ma proprio per questo che andiamo avanti e cerchiamo di trarre beneficio anche dalle esperienze amare.

Tiziano Ferro con questo brano ci lancia un messaggio meraviglioso. Ci insegna a vivere l’amore quando ci si presenta senza se e senza ma, ci esorta ad accettare noi stessi per come siamo, mentalmente e fisicamente senza mai dare peso al giudizio delle persone che ci circondano; non dovremmo mai farci influenzare da persone o eventi negativi. La vita è una sola e anche se faticosa, vale la pensa di viverla appieno.

Molto interessante il passaggio in cui dice “smettila di dire sempre che per ballare non hai più l’età e poi chiediti come stai da quanto tempo non lo fai”. Una grande verità in queste parole. In gioventù si affrontano con spavalderia i momenti di goliardia o i problemi quotidiani ma quando l’età avanza, si tende a pensare che certe cose non è più il caso di farle, proprio come ballare e ci si dedica ad accudire i nostri cari, dimenticandoci spesso di noi stessi.

Le parole che concludono il brano, dovrebbero diventare un mantra per le persone che hanno superato gli “anta”.

“Ma una vita cosi, io la voglio lo stesso una vita così a pensarci mi vengono i brividi ma io la voglio cantare anche quando l’orchestra scompare”.

Bella, significativa e incoraggiante; una canzone che è un monito per tutti; parole che dobbiamo ripeterci sempre, soprattutto quando ci sentiamo troppo adulti e stanchi di sentirci tali. Tiziano Ferro ha perfettamente ragione, “La vita è Splendida”. Nulla di più vero in queste parole!