“Ladro”, alla scoperta del brano di Mina e Fossati

ladro cover

Si tratta del secondo estratto dall’album “Mina Fossati” uscito lo scotso 22 novembre e già certificato Platino

Da venerdì 16 ottobre arriva in tutte le radio Ladro, nuovo brano estratto dall’album di inediti Mina Fossati, pubblicato il 22 Novembre scorso, già certificato Platino.

Le atmosfere r’n’b di Ladro ci presentano quella libertà bella che, come racconta Fossati “a volte le donne, con coraggio, riscoprono quando decidono di cominciare a difendersi dalle bugie, dalla stanca routine, dai soprusi e lo fanno per la loro vita, per sè stesse. Quando si difendono e hanno la forza di allontanarsi dalle cose sbagliate”.

Un brano dall’andamento potente, notturno e sensuale che ben descrive il coraggio di una donna che ritrova sé stessa. Il basso domina superbo, mentre la chitarra glissa fra gli assoli di bandoneon. Nel ritornello il brano si svuota, lasciando spazio alla voce di Mina, mentre quella di Fossati accompagna e sottolinea i momenti principali del testo. Nel finale non c’è nemmeno bisogno di melodia, Mina e Fossati a mezza voce raccontano.

I due protagonisti della musica italiana, da tempo lontani dalla ribalta, per la prima volta hanno unito le loro voci in un disco di 11 brani inediti, scritti e composti da Ivano Fossati e cantati da Mina e Fossati, che tornano a collaborare in un’occasione unica. Dopo Tex Mex e Luna Diamante, e dopo L’infinito di stelle, Ladro apre un nuovo capitolo di un album che è tutto da scoprire.

Mina Fossati è prodotto da Massimiliano Pani per Pdu e Il Volatore ed è stato pubblicato da Sony Music.

L’album è disponibile in CD Digipack, CD Deluxe Hardcover Book, Vinile Nero 180gr, Vinile Bianco Trasparente 180gr, Special Book (contenente un Picture Disc, un 45 Giri di Settembre, un CD e una stampa speciale di Mauro Balletti limitata e numerata) e Digitale: https://SMI.lnk.to/MFTM).

Testo Ladro – Mina Fossati

Io mi scorderò di te col tempo
Lo vedrai se dico sul serio
Io mi salverò
Da oggi a casa non mi trovi più
Ladro, sei un ladro
Hai rubato più di quello che hai dato
Ma il sentimento va
Il conto del ladro non torna
Ladro, sei un ladro
Pericoloso come il ghiaccio su un lago
il sentimento va
Come il mio treno non ritorna
Potrei farti anche un sorriso ora
Ti ha mai detto nessuno che non è facile
Rialzarsi e io se proprio devo
Dico una parola per le migliaia di abbracci
Offro io, sei un ladro
Approfittavi del mio cuore agitato
Ma il sentimento va
In fondo niente è per sempre
Come in certi vecchi film e forse nei sogni
E forse in un viaggio da sola
Come in certe nuvole io sto
È un sentimento in movimento
Dentro la mischia io sto, invitata dalla vita
Una volta per tutte contenta a modo mio
Tu non cercarmi
Io mi scorderà di te col tempo
E la pazienza che
Ladro, sei un ladro
Hai rubato più di quello che hai dato
Ma il sentimento va
Il conto del ladro non torna
Ladro, sei un ladro
Sono in tanti che inseguono un bacio
Ma il sentimento va
E in fondo niente è per sempre
Come nei minuti che passano io sto
Il pomeriggio da sola
Come in certe storie che parlano e parlano di un sentimento ferito
Oggi mi ricordo di tutto
Ora sono pronta
Pronta per che cosa
Sono in troppi a parlare
Troppi maestri, troppo di tutto
Una parola detta da tanti vale poco o niente
La città qui dorme
Si è perduta nel freddo accanto alla stazione
Del mio treno che parte in una lingua segreta
Tanto per cominciare che è già una buona cosa e mai abbastanza
Ti dico addio (Ladro, ladro)
Mi hai stancato e ti dico addio
Siamo in tanti che inseguono un bacio