L’opera rock “Lazarus” di David Bowie debutta il 22 marzo da Cesena

84
Lazarus: artwork di Gavin Evans

MILANO – “Lazarus”, l’opera rock che David Bowie ha scritto insieme al drammaturgo irlandese Enda Walsh, va in scena per la prima volta in Italia al Teatro Bonci di Cesena dal 22 al 26 marzo con la regia del direttore di ERT Valter Malosti, che ha curato la versione italiana confrontandosi con lo stesso Walsh. Una produzione di Emilia Romagna Teatro ERT / Teatro Nazionale, che ha ottenuto i diritti in esclusiva nazionale, realizzata insieme a importanti realtà: Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale, Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Teatro di Roma – Teatro Nazionale e al LAC Lugano Arte e Cultura. Dopo Cesena, lo spettacolo sarà anche nelle sedi ERT di Modena e Bologna e proseguirà con una lunga tournée nei principali teatri.

Nel ruolo del protagonista Newton, l’alieno caduto sulla terra, uno dei nomi di punta della musica italiana, Manuel Agnelli, cantautore e storico frontman degli Afterhours, affiancato dalla cantautrice vincitrice della XIV edizione di _X-Factor Italia_ Casadilego e dalla coreografa e danzatrice Michela Lucenti. Un ricchissimo cast che vede sul palco 11 interpreti: insieme ai tre protagonisti, Dario Battaglia, Attilio Caffarena, Maurizio Camilli, Noemi Grasso, Maria Lombardo, Giulia Mazzarino, Camilla Nigro, Isacco Venturini; e 7 musicisti: Laura Agnusdei, Jacopo Battaglia, Ramon Moro, Amedeo Perri, Giacomo “ROST” Rossetti, Stefano Pilia, Paolo Spaccamonti. Guidata dal progetto sonoro di GUP Alcaro, la band presenta arrangiamenti originali dei più grandi successi di David Bowie (da “Heroes” a “Life on Mars?” fino a “Changes”) e dei cinque brani che l’artista scrisse appositamente, tra cui il capolavoro che dà il titolo all’opera.