“Luce e Fango”, Eakos: “Più importanza ai rapporti umani”

33

eakos

“In questo testo ci ho messo molte speranze, attitudine e le mie emozioni, come faccio sempre quando scrivo qualcosa che mi appartiene”

Dal 23 aprile è disponibile su tutte le piattaforme di streaming e in rotazione radiofonica “Luce e Fango” (Noize Hills Records), nuovo singolo di Eakos. Racconta della precarietà di tutto ciò che viviamo nella vita, della fugacità delle esperienze e di quelle persone che, seppur importanti, sono solo di passaggio nel percorso individuale di ognuno di noi. I rapporti umani hanno un valore inestimabile, ma così come iniziano, prima o poi finiscono. Forse è questo il cuore pulsante del brano: far comprendere che, per quanto brutale sia la fine di un rapporto, quello che importa veramente è ciò che le persone ci lasciano quando se ne vanno.

Eakos ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Luce e fango” è il tuo nuovo brano, di che cosa si tratta?

Luce e Fango nasce come risultato di una profonda riflessione interiore che ho fatto. Il brano è il viaggio stralunato di una persona che a fatica riesce a convivere con tutti i lati della propria personalità.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Quello che generalmente vorrei trasmettere è che bisogna dare sempre più importanza ai rapporti umani, anche sapendo che questi hanno un inizio ed una fine. Tutto ha un senso e quello che importa veramente è ciò che le persone ci lasciano, anche quando se ne vanno.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Essendo un artista emergente, non ho la pretesa di un “en plein” del pubblico in termini di accoglienza. Quello che mi auguro è che le persone si ritrovino nelle mie parole e che apprezzino i miei contenuti.

Come nasce il tuo progetto musicale?

Il mio progetto nasce alcuni anni fa a Bologna, una delle città in cui ho vissuto. Sono partito dalla scrittura perchè avevo bisogno di esprimere qualcosa che mi tenevo dentro da troppo tempo e passo dopo passo si è iniziato a creare intorno a me tutto un team di amici e persone disposte ad aiutarmi ad esprirmere in musica questo mio sentimeno, ed è cosi che siamo arrivati ad oggi.