Ludovica Leotta scrive un inno a Sant’Agata: il primo Ep è dedicato a Catania

23

CATANIA – Arriva in radio e nei digital store il 5 febbraio “Sant’Agata”, il nuovo brano di Ludovica Leotta, che dà il nome anche al primo EP dedicato alla sua amata città Catania. “Sant’Agata”, scritto dalla stessa Ludovica insieme a Fernando Alba, è pubblicato da Rough Machine.

“Ho interpretato queste canzoni trasportata dalle emozioni che mi suscita la mia meravigliosa città, Catania, ricca di sapori, di storia, di calore e di cui sono follemente innamorata. Ho scritto Sant’Agata perché sono devota a questa donna, a questa martire che per me è fonte di serenità, gioia, fiducia e speranza. Mi basta pregarla per sentire subito brividi e commozione. Non trovo parole per definire l’infinito amore che ho nei suoi confronti, ma spero di aver trovato quelle giuste per raccontare la sua storia”, dichiara l’artista.

L’EP, oltre che contenere il famoso brano Catania (Figghiozza D’o Patri Eternu), include anche due versioni di Sant’Agata: una più classica “piano e voce” ed un’altra più moderna, pensata per poter arrivare come un momento di festa e riconoscenza al cuore di tutti, grandi e piccoli, devoti, ma anche a chi non conosce la stoia di Sant’Agata.

Il brano “Sant’Agata” è stato registrato e mixato da Vincenzo Cavalli a Scordia ed hanno suonato importanti nomi del panorama musicale catanese, oltre a Fernando Alba coautore e arrangiatore dell’opera, anche il bassista Dino Fiorenza, i fratelli Massimiliano e Salvo Riolo al sax e alla tromba, Massimo Roccaforte al mandolino, il batterista Franco Barresi, Seby Burgio al pianoforte, Rosy Messina ai cori e Simone Polizzi ai synth e all’elettronica.