“Malasuerte”, online il videoclip del nuovo brano di Medy

22

medy malasuerte cover

Il singolo segna l’inizio del nuovo percorso artistico con Sony Music Italy. Il video è ispirato a una storia realmente accaduta a Medy

Fuori oggi, martedì 13 luglio, il video di “Malasuerte”, il nuovo singolo di Medy che sancisce la collaborazione tra l’artista e Columbia Records Italy / Sony Music Italy. Il video del brano, disponibile su tutte le piattaforme digitali – al link https://columbia.lnk.to/malasuerte – e in radio.

Diretto da Renato Lambo e Luca Guanci per Flexin Media Team e girato sulle spiagge di Rosignano Solvay, il video vanta la partecipazione della Tik Toker Sofia Crisafulli ed è ispirato a una storia realmente accaduta a Medy.

Le immagini mostrano il rapper e i suoi amici di quartiere in una località esotica di mare, mentre si divertono spensierati. Medy incontra una ragazza, con cui vive un’avventura estiva tra tuffi, giri in T-Max e feste in spiaggia. La storia però è destinata a finire, influenzata dalle differenze sociali e caratteriali tra un ragazzo che vive la strada ed una ragazza perbene: “Il testo – commenta l’artista – narra la relazione e il legame che si crea tra un ragazzo che vive la strada in tutte le sue sfaccettature e una ragazza che proviene da un contesto sociale completamente opposto”.

El Mehdi El Marbouh in arte Medy, è un artista italo-marocchino, nato e cresciuto a San Donato, un quartiere periferico di Bologna. Nel settembre 2020 esce “530” o “Puttana”, il primo brano in featuring con Bubu che in poco tempo raggiunge milioni di visualizzazioni su YouTube e Spotify. Nel novembre del 2020 esce il primo singolo “Chiamare”, che ottiene anch’esso milioni di visualizzazioni su tutte le piattaforme e che lo posiziona come uno tra gli emergenti più interessanti della scena. Nella primavera del 2021, arriva la chiamata di Sony Music a testimoniare la validità del progetto artistico. “Malasuerte” rappresenta quindi l’inizio del nuovo percorso di Medy, con un brano in cui la storia del protagonista, ragazzo di strada cresciuto in periferia, si rispecchia nella vita vera dell’artista.