Mascherina in aereo, Ricciardi: “Stop obbligo è un errore, rischi contagio elevati”

21

walter ricciardi tv2000ROMA – Cancellare l’obbligo di mascherina in aereo, passando alla semplice raccomandazione, “è un errore concettuale. Con una circolazione virale così intensa e un virus così contagioso, nel momento in cui si è all’interno di un aereo, che, per quanto abbia filtri per l’aria, prevede una vicinanza tra le persone, i rischi di contagio sono elevati”. Così all’Adnkronos Salute Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza per l’emergenza coronavirus, commentando le indicazioni delle agenzie europee sulle mascherine in aereo.

“L’indicazione dipende anche dai Paesi di partenza per cui, per quanto ci riguarda, fino a giugno il problema non si pone”, aggiunge Ricciardi sottolineando che “una raccomandazione significa che le mascherine vanno portate. Il fatto però che non siano obbligatorie porterà a una discrezionalità che fa prevedere un aumento di contagi”.

“Quando si parla di ‘raccomandazione’ – conclude – significa comunque che questi strumenti sono ancora considerati importanti. Ma a differenza dell’obbligo si lascia aperta una possibilità che favorisce il virus: il mondo è vario, è fatto di persone di tutti i tipi, e quindi si costringeranno le persone più fragili a proteggersi di più se non vogliono essere esposte al un contagio che, con queste varianti così diffusive, è assai probabile”.