Michael Jackson, venduto il suo ranch: ‘Neverland’ è stato acquistato dal miliardario Burkle

64

LOS ANGELES – L’enorme ranch ‘Neverland’ di Michael Jackson (foto) è stato acquisito dal miliardario statunitense Ron Burkle per circa 22 milioni di dollari, ben al di sotto del prezzo di vendita originale. L’uomo d’affari del Montana ha investimenti che vanno dai supermercati all’industria musicale. Ha acquisito la proprietà per la sua “opportunità di land banking”, ha detto il suo portavoce. Burkle era stato consulente d’affari di Michael Jackson, aiutandolo anche a saldare i grandi debiti accumulati a causa del suo stile di vita negli anni prima della sua morte.

Riportato dal Wall Street Journal, il prezzo di 22 milioni di dollari è stato confermato come “circa corretto” da una fonte a conoscenza della trattativa: un drastico calo rispetto alla valutazione di 100 milioni di dollari risalente al 2015. L’anno scorso il prezzo era già sceso a 31 milioni, ma la proprietà non aveva trovato un acquirente. Secondo la stampa, Michael Jackson avrebbe acquisito questa proprietà per 19,5 milioni di dollari negli anni ’80. Poi la star, ormai molto indebitata, poco prima della sua morte nel 2009 aveva venduto Neverland alla Colony Capital di Thomas Barrack Jr. per 22,5 milioni.

Situato su 1.100 ettari di terreno, a 65 km da Santa Barbara, il ranch è stato perquisito dagli investigatori nel 2003 quando “Jacko” è stato accusato di aver abusato di bambini che aveva accolto in casa sua. La polizia trovò un’ampia raccolta di immagini e foto pedopornografiche. Michael Jackson fu assolto nel 2005. Un recente documentario della Hbo ‘Leaving Neverland’ riporta le testimonianze di due uomini che affermano di essere stati abusati sessualmente da Michael Jackson quando erano bambini. Gli eredi della star del pop, che negano le accuse, hanno citato in giudizio la Hbo per “omicidio postumo” e hanno chiesto più di 100 milioni di danni.