Mick Jagger, esce in vinile tutta la sua discografia solista

LONDRA – Il catalogo completo della carriera solista di Mick Jagger arriva in vinile. I quattro dischi, pubblicati tra il 1985 e il 2001, usciranno in Vinile 180 grammi il prossimo 6 dicembre. Si tratta degli album “She’s The Boss” (1985), “Primitive Cool” (1987), “Wandering Spirit” (1993) e “Goddess In The Doorway” (2001).

Questi quattro dischi dimostrano ampiamente la creatività del frontman dei Rolling Stones da artista solista e mettono in luce l’ampia tavolozza artistica che ha successivamente influenzato innumerevoli frontman rock. Citando uno dei titoli, sono un promemoria di quello che lo ‘spirito errante’ di Jagger continua a essere ancora oggi.

Gli album sono stati recentemente rimasterizzati dai nastri analogici originali con masterizzazione half speed da Miles Showell agli Abbey Road Studios di Londra. Lo stesso procedimento di rimasterizzazione audio in alta definizione è stato recentemente utilizzato per tutti gli album del box-set “The Rolling Stones, Studio Albums Vinyl Collection, 1971 – 2016”.

Jagger pubblicò vari progetti a suo nome all’inizio della sua carriera, ma dopo il suo cameo nel singolo del 1984 ‘State Of Shock’ dei Jacksons, fu “She’s The Boss” del 1985 ad aprire ufficialmente la sua carriera da solista. Registrato ai Compass Point Studios alle Bahamas e prodotto da Mick con Bill Laswell e Nile Rodgers, include il singolo di gran successo ‘Just Another Night’, arrivato al primo posto della classifica rock di Billboard. Tra gli altri ospiti Jeff Beck, Pete Townshend ed Herbie Hancock. Jagger eseguì alcune canzoni dell’album quell’anno al Live Aid.

“Primitive Cool”, inciso in Olanda e alle Barbados, esce nel 1987, questa volta coprodotto dall’artista con Keith Diamond e David A. Stewart. Contiene il singolo ‘Let’s Work’ e ‘Party Doll’, poi reinterpretato da Mary Chapin Carpenter. Successivamente Mick portò l’album in tour in Giappone e Australia.

“Wandering Spirit” del 1993 è prodotto dalla coppia Jagger-Rick Rubin, viene per la prima volta stampato in doppio LP, contiene brani come ‘Wired All Night’ed esplora le radici country, soul e funk di Jagger, come nel nel singolo ‘Sweet Thing’ e nella cover di ‘Use Me’ di Bill Withers dove Mick duetta con Lenny Kravitz. Tra gli ospiti Flea, Courtney Pine, Benmont Tench e Billy Preston. L’album arriva al disco d’oro negli Stati Uniti.

Il più recente album solista di Jagger, “Goddess In The Doorway” (2001), è stato prodotto da Jagger con Marti Frederiksen ed il collaboratore di lunga data Matt Clifford. Questa volta partecipano Chris Potter, Wyclef Jean, Jerry Duplessis, ancora Lenny Kravitz in ‘God Gave Me Everything’, Bono e Pete Townshend in ‘Joy’; l’album include inoltre il singolo ‘Visions Of Paradise’, scritto con Rob Thomas dei Matchbox Twenty.