Milano, un “dolce sospeso” per gli ospedali: ecco l’iniziativa

dolce sospeso

La pasticceria Clivati 1969 lancia l’iniziativa a sostegno del personale medico e infermieristico del capoluogo lombardo, impegnato in prima linea

MILANO – “Bisogna che non solo il medico sia pronto a fare da sé le cose che debbono essere fatte, ma anche il malato, gli astanti e le cose esterne” sosteneva Ippocrate di Cos, considerato da secoli il padre della medicina.

Così, la Pasticceria Clivati 1969 di Milano ha pensato di lanciare l’iniziativa #undolcesospesopergliospedali, partita ieri, con la consegna omaggio di 10 vassoi di brioches e pasticcini all’Ospedale Sacco, a cui ne seguiranno altre, realizzate nel rispetto della normativa vigente. Per chiunque volesse partecipare e sostenere l’iniziativa, ispirata alla pratica del caffè sospeso napoletano, basterà realizzare un ordine sui principali vettori di consegne a domicilio e indirizzarla ad uno ospedale milanese o contattare direttamente la Pasticceria Clivati 1969 sui propri canali social o al telefono.

“A voi che siete i nostri eroi, va tutto il nostro sostegno in questo momento difficile per l’Italia, per il mondo. Con la speranza di poter tornare presto a sorridere e ad abbracciarci, vi auguriamo una pronta fine di questa battaglia. Nel frattempo, cerchiamo nell’unico modo che possiamo di addolcirvi questi giorni” è il messaggio che accompagna gli omaggi della Pasticceria Clivati 1969.

In questo modo la pasticceria vuole manifestare la propria solidarietà e sostegno a tutte le donne e gli uomini impegnati in prima linea in questi giorni che, oberati dall’enorme mole di lavoro, spesso non hanno nemmeno il tempo di ricaricarsi con una semplice colazione. La Pasticceria Clivati 1969, inoltre, vuol ribadire a tutti, con questa iniziativa, l’importanza di restare in casa.