Mondiali Subbuteo, sette titoli conquistati dall’Italia

premiazione Matteo CiccarelliGIBILTERRA – 7 titoli vinti su 12: questo è il bottino portato a casa dagli azzurri ai Mondiali di Calcio Tavolo-Subbuteo che si sono svolti il 1° e il 2 settembre a Gibilterra. La delegazione italiana della FISCT (Federazione Italiana Sportiva Calcio Tavolo), guidata dal presidente Paolo Finardi, con i suoi 34 giocatori ha sfidato gli oltre 200 subbuteisti provenienti da ogni parte del mondo.

Nelle competizioni, a squadre ed individuali, le categorie per cui gli Azzurri, provenienti da tutto lo Stivale, hanno dato il meglio di sé a colpi di dito sono state le seguenti: Under 12, Under 15, Under 19, Femminile, Veteran e Open, la principale.

Nella competizione individualel’Italia ha vinto nella categoria Open, con Matteo Ciccarelli, un titolo che è tornato ad essere azzurro dopo qualche anno di assenza; nella categoria Under 19 ad avere la meglio è stato l’italiano Marco di Vito; per l’Under 15 vittoria per Leonardo Giudice ed infine nella categoria Under12 primeggia l’italiano Giorgio Giudice. Grande orgoglio poter dire che nella categoria Under 19 e Under 12 la finale disputata è stata all’insegna del tricolore, con un secondo posto rispettivamente per Giuseppe Pizzella e per Francesco Borgo.

Nellacompetizione a squadre,invece, l’Italia conquista l’oro nelle categorie Veteran, Under 19 e Under 15. Prestigiosi anche i secondi posti ottenuti dall’Under 12 e dalle Ladies.

Segnaliamo inoltre i seguenti ottimi risultati degli atleti azzurri nell’individuale: argento per Eleonora Buttitta, seconda classificata nella categoria Ladies; bronzo per i semifinalisti Daniele Bertelli (Open); Gerardo Patruno e Gianfranco Calonico ( Veteran); Claudio La Torre e Nicola Borgo (Under 19); Riccardo Natoli (Under 15).

Le vittorie confermano l’attenzione che la Federazione Italiana ripone nei confronti delle nazionali giovani, che riescono sempre a raggiungere traguardi importanti come questi.

Grande soddisfazione per il presidente Fisct, Paolo Finardi, che ha così commentato i successi ottenuti: “Non posso che essere soddisfatto della prestazione degli Azzurri, i 7 titoli vinti su 12 in palio confermano l’Italia come la più forte nazione del mondo. I complimenti ricevuti dal presidente della Federazione mondiale– conclude il presidente Finardi – sono stati la ciliegina sulla torta di un torneo come sempre entusiasmante per i giocatori azzurri, che hanno dimostrato quanto il movimento italiano di calcio tavolo sia all’avanguardia nel panorama internazionale”. L’appuntamento adesso è per i prossimi Mondiali, nel 2020.