Mr. Rain, il nuovo singolo Meteoriti: alla scoperta del significato [VIDEO]

143

mr rain petrichor cover

Pubblicato il clip ufficiale del nuovo singolo da 3 milioni di stream Meteoriti, del cantante Mr. Rain: ecco il significato della canzone

Mr. Rain è uno degli artisti più cliccati sui social, e il suo nuovo singolo Meteoriti, che è stato trasmesso in anteprima sul canale ufficiale su YouTube lo scorso 6 aprile, è già nelle trend delle principali piattaforme digitali. La canzone è un estratto dell’album del rapper e producer Mattia Balardi, aka Mr. Rain. Che ha pubblicato il suo ultimo lavoro in studio lo scorso febbraio. Album che sembra una sorta di concept già a partire dal titolo: Petrichor. Il titolo si rifà – come si capisce anche dalla clip ufficiale di Meteoriti – ad una delle tematiche preferite dal cantante. Infatti il “Petricore – definizione Treccani – è il nome dell’odore che si sente durante e dopo la pioggia che interrompe un periodo secco”. Di seguito il significato del brano.

Il significato di Meteoriti

La canzone parla d’amore, una relazione che non si consuma mai, e che continua ad alimentarsi nonostante tutto. E la clip si propone come un’esperienza immersiva all’interno dello stato d’animo del rapper, che nella prima strofa scrive: Non scrivono canzoni per due come noi / Ti innamori una volta sola / E non guarisci mai davvero / Tu sai chi siamo, chi sono e come ero. Dalle esperienze passate, che hanno reso i due davvero complici, si somma la capacità di sapersi leggere dentro l’uno con l’altro: L’unica persona che mi guarda e mi legge il pensiero / Non siamo stelle, siamo meteoriti / Precipitiamo in basso, ma voliamo in alto / È complicato starmi accanto.

Il conoscersi, per Mr. Rain, e soprattutto il volersi bene, va ben oltre quelli che possono essere dei bei momenti vissuti insieme. Infatti: Ma preferisci piangere con me che ridere con qualcun altro / Proverò a lasciarti andare / Mi metterò tra te e le tue paure per non farti male / Siamo due gocce di pioggia in mezzo ad un temporalе / Che prima di cadere crеdevano di volare. Emblematica è soprattutto la terza strofa, in cui i sentimenti di Mr. Rain vengono prima di qualsiasi altra cosa: Non ho paura di ferirmi, tu stammi vicino / Sei il dolore che mi serve per sentirmi vivo / Ma che ne sanno gli altri di tutte quelle cose che ci siamo detti / Senza nemmeno parlarci / Ho conosciuto i tuoi difetti, i tuoi pregi e li ho scelti entrambi / Per soffrire non si è mai abbastanza grandi / Ho imparato a farmi male per salvarti / Ho imparato a perdermi per ritrovarti. Del resto, come canta il rapper nel ritornello: “Ma insieme siamo l’opera d’arte più bella di sempre”.