“Musica che resta”, è il nuovo successo de Il Volo

Presentato al 69° Festival di Sanremo conferma il talento del trio italiano che celebra l’amore: il videoclip e le ultime novità sui tre tenori

il volo

Era il 2015 quando i tre tenori vinsero appena ventenni sul palco dell’Ariston con il singolo “Grande Amore”. Da quel momento il loro successo è diventato inarrestabile con milioni di dischi venduti in tutto il mondo, duetti con artisti di fama internazionale come Barbara Streisand e Placido Domingo, sold out all’Arena di Verona e al Radio City Music Hall di New York, clamorose standing ovation nei tour mondiali di Europa, America e Giappone. La storia dei tre talenti inizia però qualche anno prima quando Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble esordiscono nel 2009 come singoli partecipanti al Talent show di RAI 1 “Ti lascio una canzone” e lì vengono notati da Michele Torpedine che decide di puntare sulle loro straordinarie doti vocali intraprendendo con loro un percorso artistico internazionale.

Da quel 2009 sono trascorsi ben dieci anni di carriera strepitosa che Il Volo ha deciso di festeggiare con un tour mondiale che partirà a maggio 2019 dal Giappone passando per l’Italia dove saranno a fine maggio per due esclusive date a Matera e poi per tutta l’estate cantando nelle più belle location italiane. In autunno si esibiranno in Europa e poi proseguiranno nel LATAM con decine di date nelle piu’ importanti città dell’America Latina. I festeggiamenti continueranno fino a maggio 2020 con un tour negli Stati Uniti ed in Canada.

Le sorprese però non sono ancora finite perché venerdì 22 febbraio uscirà in tutto il mondo il nuovo album “Musica” de il Volo (Sony Music), prodotto da Canova il quale conterrà undici brani tra cui l’inedito portato al 69° Festival di Sanremo, “Musica che resta”. É stato scritto a cinque mani da Gianna Nannini, Emilio Munda, Piero Romitelli, Pasquale Mammaro e Antonello Carozza ed è specchio di uno stupendo lavoro di grandi autori. Parole in combinazione che dipingono pensieri ed emozioni come fossero poesia che scorre romantica e si dona alle voci altisonanti dei tre talenti. “Leggo in fondo ai tuoi pensieri, Cerco, in un sospiro i tuoi desideri, Mostrami la parte del tuo cuore che, nascondi nel profondo” così inizia la prima strofa e poi continua il testo fino ad arrivare alla parte centrale con l’esplosione delle estensioni sonore di acuti che si alternano e si intonano e che racchiudono il titolo della canzone: “Amore abbracciami, Voglio proteggerti, Siamo il sole in un giorno di pioggia, Stanotte stringimi, baciami l’anima, siamo musica vera che resta”.

“Siamo musica vera che resta” è la dedica all’amore forte, vero, passionale e totalizzante che travolge e coinvolge in una sola unità diventando “la meta in un viaggio”, “il senso dei giorni miei”, “la melodia” che non passa ma che ci sarà ora e per sempre. “Non siamo un soffio di vento”, “Non siamo un momento” recita la canzone, “Lo sai che il tuo posto è per sempre qui”. Una dichiarazione a cuore aperto che aggrazia le voci prestigiose di un manto sublime.

Si fa infatti regalmente da padrona una delicatezza sentimentale d’espressione che impreziosisce la canzone e la maestria canora dei tenori nell’intenzione limpida di celebrare l’amore coraggioso che risuona nelle difficoltà come un legame tenace ed imperdibile e come il magnete che riconosce l’amata anche tra miliardi di persone e lo fa perdere nei suoi occhi.

Tutto il video del singolo infatti, on line su Youtube dal 6 febbraio, inscena una storia di rapimento che tocca le amate dei rispettivi tenori. Gli sguardi però non si distolgono dal vedere il gesto dello scambio, il particolare che conduce così i loro cuori innamorati prontamente a ritrovare le fidanzate. Tre ragazzi, tre ragazze, l’amore, il coraggio, l’intensità di urlare che l’amore inonda la vita e la rende dotata di senso solo con l’altra fino a seguirne le tracce per riaverla con sé.

L’amore quale è il più nobile dei sentimenti viene in questo brano e video portato alla suprema bellezza di motivo della felicità e completezza della vita. L’amata è davvero importante ed è visceralmente e spontaneamente quel sentire perenne e dolce che non passa, è musica vera che resta.

Foto de Il Volo – Credito foto Shipmates