‘Paesaggio dopo la battaglia’, il nuovo album di Vasco Brondi

150
foto di Valentina Sommariva

FERRARA – Il 7 maggio esce il nuovo album di Vasco Brondi, il primo dopo la “fine” de LE LUCI DELLA CENTRALE ELETTRICA. È stato immaginato, pensato, scritto e costruito durante quest’ultimo, folle, anno e il suo annuncio è quasi una liberazione: proviamo a guardare avanti e ad immaginare quello che verrà. Che quella pandina all’orizzonte, immortalata dall’eterno Luigi Ghirri, ci traghetti presto dopo la battaglia, verso un cielo sereno con molta nuova musica.

“Il 7 maggio uscirà il mio nuovo disco ‘Paesaggio dopo la battaglia’ – ha scritto lo stesso Brondi sui suoi social – Dopo un lungo periodo senza toccare una chitarra mi sono rimesso a scrivere mentre il mondo che conoscevamo cambiava radicalmente. Ne è uscito un disco di racconti per voce e cori, per orchestra e sintetizzatori. In ogni canzone c’è qualcuno che ricerca fiduciosamente anche in tempi difficili tra le leggi della città e quelle dell’universo. Dopo la battaglia c’è una pace incerta, piena di ferite e piena di sollievo. C’è qualcuno che chiama un nome tra le macerie, qualcuno che risponde. Nella prima tiratura limitata la versione LP avrà il vinile trasparente, mentre il CD sarà a forma di libro e conterrà “Note a margine e macerie” un diario on the road in un’Italia deserta. Un racconto dei tragitti che ho percorso tra uno studio di registrazione e l’altro, di notti silenziosissime tra Milano, Ferrara e i ricordi di un viaggio in India, di un inverno a Lampedusa o dei paesi disabitati dell’Italia interna. Sono entrambi in pre-order da oggi. La copertina è una foto inedita di Luigi Ghirri scattata dalle mie parti. C’è una Panda con i fanali accesi che emerge dalla tempesta, traballante e fiduciosa”.