Peppino di Capri a Sanremo 2023 come ospite

9

ROMA – Il Festival di Sanremo chiama Peppino di Capri come super ospite e aspetta il videomessaggio del presidente ucraino Zelensky per la serata finale: un paio di minuti che dovrebbero andare in onda alla fine della gara dei cantanti. Recordman con 15 partecipazioni alle spalle, in gara e come ospite, Peppino di Capri potrebbe essere celebrato nella terza serata del Festival, giovedì 9 febbraio, dopo i Pooh nella prima e il trio Gianni Morandi, Massimo Ranieri e Al Bano nella seconda.

Con i suoi 83 anni il cantante, famoso anche all’estero, in particolare in Brasile, rientrerebbe nella schiera dei grandi artisti over 70 chiamati all’Ariston da Amadeus in qualità di super ospiti. Tra questi – almeno al momento – non sono annunciati i Nomadi: “Non invitarli – sbotta su Facebook l’ex voce del gruppo, Danilo Sacco – per i loro sessant’anni dopo tutto quello che hanno costruito e dopo tutti i sogni che hanno fatto sognare per tre generazioni… Beh. È una grande mancanza di rispetto”.

Ma il plotone degli ospiti del festival non esclude sorprese nei prossimi giorni. A far discutere è anche la presenza in video di Zelensky, che nei giorni scorsi ha rivelato il suo desiderio di intervenire al festival nell’intervista concessa a Bruno Vespa, una richiesta che il conduttore di Porta a porta ha ‘girato’ ad Amadeus. Il contributo di Zelensky – che ha già lasciato il segno ai festival di Cannes e Venezia e, due settimane fa, ai Golden Globes – è destinato a movimentare anche il giorno della finale: una manifestazione è stata indetta per sabato 11 febbraio dal Comitato di liberazione nazionale (Cln) con Pecora nera, nel piazzale di Pian di Nave, a Sanremo; lo stesso giorno gli ucraini sono pronti a scendere in piazza a sostegno del proprio presidente, probabilmente davanti all’Ariston.