“Pino Daniele”, Silvia Cecchini: “È un brano che mi affascina molto”

37

sivia cecchini

Con il nuovo singolo intitolato “Pino Daniele”, Silvia Cecchini ci mostra quanto ascoltare una canzone possa farci tornare indietro a una storia passata

Pino Daniele” è il nuovo singolo di Silvia Cecchini, in uscita giovedì 15 luglio 2021 per l’etichetta riminese Yourvoice Records. Le canzoni, come i profumi, sanno farci rivivere esattamente le sensazioni provate in momenti passati. Sanno proiettarci dentro ricordi e sensazioni mai dimenticate. Come un interruttore riaccendono in un attimo le stesse emozioni. Di questo parla “Pino Daniele” , un brano estivo dalle sonorità mediterranee che si basa proprio sul ricordo di un amore intenso e del legame indivisibile che ha questa situazione con una canzone del grande cantautore partenopeo. Si tratta di un amore recente, appena finito e da cui è difficile distaccarsi. Sono forti i richiami all’artista da cui il brano prende il titolo, personaggio fortemente innovativo e icona della musica italiana.

Silvia Cecchini ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Pino Daniele” è il tuo nuovo singolo, di che cosa si tratta?

Pino Daniele è un brano dalle sonorità mediterranee ed estive. Risulta molto leggero, sebbene il testo abbia un velo di maliconia, perchè racconta di una storia d’amore finita la cui colonna sonora era appunto “quando” di Pino Daniele. La trovo molto attuale e coinvolgente, per questo mi piace tantissimo cantarla.

Cosa vuoi trasmettere con questo brano?

Con questo brano vorrei essere vicina alle persone che vivono un momento simile. La fine di una storia non è mai un momento felice e molto spesso ci si chiude in se stessi. Vorrei toccare le corde più intime delle persone che non riescono ancora a riaprirsi dopo una ferita di questo tipo, perchè la leggerezza molte volte è la chiave per riuscire a rinascere.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Non so mai cosa aspettarmi, perchè ogni brano ha una sua storia e un suo sviluppo. Spero che piaccia agli altri tanto quanto piace a me. Il sogno che vorrei realizzare è quello di arrivare a più persone possibili e spero di poterlo realizzare al più presto!

Come ti sei avvicinata al mondo della musica?

Chi ha la passione per la musica credo che ci nasca. Non ricordo un momento in cui ho deciso che avrei voluto cantare, ho sempre cantato e basta. Semplicemente perchè mi faceva stare bene e mi andava di farlo. Chiaramente avrà sicuramente influito il fatto che ai miei genitori è sempre piaciuto ascoltare molta musica, quindi sono cresciuta con la radio sempre accesa in casa e in macchina, ma è sempre stata una cosa naturale per me. Durante il periodo dell’adolescenza sono stata spesso derisa per questa mia passione, ma non me ne è mai importato granché. Volevo cantare e facevo tutto il necessario per migliorare la mia voce e la mia presenza sul palco. Crescendo ho incontrato il direttore dell’etichetta Yourvoice Records, con cui oggi collaboro. Stiamo portanto avanti un bel progetto, che ci sta dando delle belle soddisfazioni e speriamo di raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti!