“Pornoamore” della Babbutzi Orkestar ha anche un video, l’intervista

96

babbutzi okestar

Il nuovo singolo della Babbutzi Orkestar dal titolo Pornoamore, pubblicato l’8 dicembre, da oggi ha anche un video, presentato in anteprima su Sky Tg 24. Un nuovo capitolo che ci avvicina all’uscita di un nuovo disco e che ci introduce alla conoscenza dell’Uniporno, eletto capitano della banda. Pornoamore è un brano sfacciato, di un punk balcanico che segue la tradizione musicale della band della balcan sexy music, un mix unico nel suo genere con un messaggio semplice: l’amore è assurdo, decisamente casinista, e bisogna essere dei tipi piuttosto punk per affrontarlo.

La Babbutzi Orkestar ci ha gentilmente concesso un’intervista.

Pornoamore è il vostro nuovo singolo, di che cosa si tratta?

Pornoamore è un brano dal titolo provocatorio. Con questo pezzo abbiamo voluto parlare d’amore come forse nessuno, fino ad oggi, ne aveva ancora parlato. Un sentimento birichino che ci fa dannare. Da cui ci dobbiamo far dannare per poterlo vivere al meglio, senza limiti. L’amore è anarchico, non deve avere regole. Per noi è punk. Quale migliore atteggiamento e sound per descriverlo, se non il punk. Così è stato. Abbiamo tirato fuori il nostro lato punk condito dal nostro linguaggio balcanico per trasformarci in dei romantici. A nostro modo lo sappiamo essere.

Questo brano anticipa l’uscita di un nuovo disco ci potete dare qualche anticipazione?

Possiamo dirvi che Pornoamore di per se è già un ottima anticipazione. È stato il primo brano scritto per il disco e quello che ci ha dato una direzione. Il percorso che abbiamo seguito è stato quello di non darci delle regole, lavorare su quello che ci piaceva. Avevamo diverse bozze a disposizione più altre nate durante la pre produzione. Con il materiale nel cassetto avremmo potuto scrivere due dischi. Alla fine abbiamo scelto dei brani che sentivamo di più nella pancia in questo/quel periodo. Senza per forza basarci su una linea di lavoro definita, ma libera. Senza regole appunto. Ne è uscito fuori un disco che a noi piace molto. Balcanico e Punk. A tratti rock e forse un po’ pop. Molto sciocco. Ma anche con un accenno alla Trap. Un disco Babbutzi.

Il protagonista del brano è l’Uniporno, che cosa rappresenta?

L’Uniporno è l’evocazione del messaggio che vogliamo dare con il nostro brano. La rottura, il non seguire dei cliché. Lui è nato per sconvolgere, in qualche modo per dare una sveglia. Rappresenta il nostro lato punk.

Come nasce il vostro progetto musicale?

Da un bicchiere di Vodka. Che poi sono diventati due ed infine una bottiglia.