Renzi: “Una proposta di legge per registrare gli interrogatori”

ROMA – “Formalizzerò nei prossimi giorni una proposta di legge, molto semplice: quando un cittadino normale viene interrogato come testimone – quindi senza avvocato – propongo che ci sia sempre una videoregistrazione. Perché il 99% dei magistrati svolge benissimo il proprio lavoro. E anche il 99% della polizia giudiziaria. Ma quando trovi qualcuno che non si comporta bene, che garanzie ha un cittadino senza avvocato? Sono certo che l’attuale ministro della Giustizia, Bonafede – che ho conosciuto quando veniva con una webcam a riprendere le sedute del Consiglio Comunale di Firenze perché voleva garantire trasparenza – non potrà che essere d’accordo con me: se ci fosse stata la videoregistrazione degli interrogatori dei testimoni ci saremmo risparmiati questa incredibile vicenda. E oggi una videoregistrazione si fa in modo molto semplice. Basta un telefonino. Presenterò la proposta di legge con alcuni colleghi parlamentari e vi terrò informati”.

Lo scrive nella sua e-news il senatore del Partito Democratico Matteo Renzi (foto), ex presidente del Consiglio, a proposito del caso Consip.