“Resta con me live session”, Cloude parla del nuovo video

71

cloude

“Visto il periodo di incertezza su tutto, ho voluto fare questo live studio per mia esigenza di rifare i brani in chiave live e farmi vedere di persona dopo l’uscita del disco del 4 dicembre, in mancanza di live ufficiali”

Dal 15 gennaio è disponibile su YouTube “Resta con me live session”, un nuovo video di esecuzioni live di alcuni brani estratti dall’omonimo album di Cloude. Una live session virtuale per raccontare alcuni brani del suo ultimo album e connettersi con il pubblico nonostante le distanze: questo l’intento che ha spinto Cloude a ideare e realizzare “Resta Con Me live Session”, una raccolta video incentrata sull’esecuzione dal vivo di alcune tracce del suo ultimo lavoro discografico.

Cloude ci ha gentilmente concesso un’intervista.

“Resta Con Me Live Session” è il tuo nuovo video, di che cosa si tratta?

La voglia di esibirsi manca sempre di più, e sicuro ci vorrà ancora tempo, diciamo che questo è stato un modo carino per creare un atmosfera live e cercare un pò di positività. Resta Con Me è tra l’altro l’album a cui tengo di più, quindi non poterlo fare dal vivo (vero) è una forte delusione, ho provato a rimediare con questa performance che è dedicata a me e ovviamente al mio pubblico. Averlo fatto mi è servito anche per ricaricarmi.

Il video si rifà al tuo ultimo album, com’è composto?

Essendo che il mio nuovo lavoro è composto da soli 8 brani, ho voluto riproporre in chiave live solo quelli non usciti come singoli ufficiali.

Quanto è difficile fare musica in questo periodo?

Parecchio, a volte ho la sensazione che l’interesse per la musica si sia fatto più basso, gli algoritmi musicali in questo periodo storico schiacciano la parte emergente per logica di mercato. Comunque io continuo a farne perché senza non so stare, io vorrei fare solo questo.

Che tipo di messaggio vuoi lanciare a chi ti ascolta affinché si continui ad ascoltare la tua musica e la musica in generale?

Se ascolti la mia musica e ti piace non c’è motivo di smettere, anzi fallo sempre perché ne arriverà sempre di nuova e sempre più bella. In generale a chi ascolta musica dico sempre di non metterla mai in pausa, non va mai spenta.