Sanremo 2022: successo di ascolti per la serata delle cover e dei duetti

67

SANREMO – Mai così bene dal 1995: la quarta serata del Festival di Sanremo 2022 fa segnare un ascolto complessivo di 11 milioni 378 mila spettatori con uno share del 60,6%. La prima parte (21.29 – 23.39) è stata seguita da 14 milioni 731 mila spettatori, con uno share del 59,2%, mentre la seconda parte (23.44-01.41) ha avuto 7 milioni 543 mila spettatori, con uno share del 63,5%. Il picco d’ascolto alle 22.15 con 16 milioni 288 mila spettatori, quello di share alle 23.35 con il 67,3%. Record assoluto per RaiPlay: secondo Auditel online la quarta giornata del Festival di Sanremo è la migliore di sempre in termini di Tempo Totale Speso con il 61% sul totale editori. Ancora un grande successo sulle piattaforme digitali: in termini di ascolto medio digitale (AMRD), la quarta serata del Festival di Sanremo 2022 registra una media di 226 mila device collegati nel minuto con un aumento rispetto alla quarta serata 2021 pari a +80%.

La diretta streaming della quarta serata del Festival di Sanremo 2022 ha generato 1,2 milioni di visualizzazioni con una crescita del 90 per cento rispetto al 2021. Complessivamente le prime quattro serate del Festival registrano 4,5 milioni di visualizzazioni (+56% rispetto al 2021). Continua anche la crescita del consumo dei contenuti on demand che nella giornata del 4 febbraio hanno generato 4,4 milioni di visualizzazioni che salgono a 13,5 se si considerano complessivamente le prime quattro giornate (+17% rispetto al 2021). Il video più visto finora si conferma quello dell’esibizione dei Maneskin che cantano “Coraline” durante la prima serata, con 885 mila visualizzazioni. Anche sui social è record: con 7,4 milioni di interazioni generate nelle 24 ore, la quarta serata è l’evento televisivo più discusso sui social in Italia nella stagione in corso, la serata di Sanremo 2022 più commentata, nonché la quarta giornata più commentata sui social di sempre.

Per il direttore di Rai 1, Stefano Coletta, “è stato raggiunto davvero un risultato straordinario, non si tratta mai di fortuna. Esiste un incrocio tra il talento complessivo e l’occasione. A partire da Amadeus c’è stata una netta e una grande capacità da parte di tutta la squadra di sapere intuire cosa serviva alle persone, il bisogno di vivere un’esperienza collettiva e liberatoria ma anche un’esperienza di verità e libertà. E’ inutile fare confronti con questi numeri, è il miglior risultato del Festival dal 1995. E il target conferma quasi l’80% delle ragazze tra i 15 e i 24 anni. La serata delle cover è stata la festa della musica ma anche il racconto del paese, della società, della lotta al pregiudizio e del racconto delle nostre radici. Anche quando abbiamo affrontato temi importanti è stato fatto attraverso l’arte, la satira, le canzoni. I duetti di ieri sera erano la nostra storia e anche la storia dei giovanissimi che fanno il perno di questo successo. È il terzo anno che abbiamo la prova del fatto che la tv generalista può riportare davanti alla tv chi sarà protagonista del nostro futuro. Per questo ieri, pur avendolo davanti a me, scrivevo ad Amadeus per scrivergli che è stata davvero una serata da manuale”.