Sidi condivide una nuova live session, parola all’artista

19

Il progetto nasce dalla necessità di creare accostamenti di immagini rilegate alla natura da cui Sidi ne trae profonda ispirazione per la scrittura dei due brani presenti

sidiDeep Side è il nome che il batterista e producer Sidi ha scelto per una delle live session più curate e suggestive che vedrete in questo periodo, girata in uno dei canyon più suggestivi d’ Europa, situato in Puglia. Sidi, reduce dalla pubblicazione del suo nuovo EP dal titolo Fluido, fuori per Pitch The Noise Records, ecco un nuovo importante capitolo che mostra live i brani Cactus e Our Sunday.

Sidi ci ha gentilmente concesso un’intervista.

Deep Side è la tua nuova live session, di che cosa si tratta?

Deep side è la live session che ho creato con i ragazzi di Apulianizm, Maurizio e Nicola. É una live session che si affaccia molto al rapporto legato alla natura. É composto da due fasi, due brani: Cactus e Sunday.

Che cosa vuoi trasmettere con questo lavoro?

Ho iniziato a scrivere i due brani durante il secondo lockdown. Li ho composti con l’ idea di volerli pubblicare in estate per chiudere una mia fase produttiva e dare origine ad un nuovo periodo, una rinascita.

Che tipo di accoglienza ti aspetti?

Mi aspetto che il video venga apprezzato al meglio sia da chi conosco e sia che mi dia la possibilità di utilizzarlo come carta presentativa dei miei lavori all’ estero.

Come nasce il tuo progetto musicale?

Il progetto nasce circa nel 2016 quando iniziai ad abbozzare e sperimentare le mie idee “batteristiche” e ritmiche in ambito software. Subito dopo ho iniziato a riascoltare i primi risultati e ad utilizzare oggetti campionati. Ho concretizzato il tutto dopo aver seguito vari corsi sul sound design e di li ho iniziato a portare il mio progetto in giro già dal’ anno successivo, dal 2017.