Tanti auguri Ringo Starr, conto alla rovescia per gli 80 anni del batterista dei Beatles

LIVERPOOL – Martedì 7 luglio, Sir Richard Starkey, per tutti Ringo Starr, compirà 80 anni. E’ il compleanno del batterista più famoso, e secondo alcune fonti, anche il più ricco, del mondo. “Mi piacciono i compleanni e quello di quest’anno sarà un po’ più speciale. Niente invitati, niente torta per cento persone. In compenso metteremo su questo show e sarà ugualmente un gran compleanno. Per farmi gli auguri i fan possono dire, pensare o postare #peaceandlove a mezzanotte del sette luglio”, ha dichiarato.

Sul suo canale Youtube sarà online un concerto benefico a partire dalle 2 di notte italiane tra il 7 e l’8 luglio con performance domestiche e filmati dal vivo di Paul McCartney, Sheryl Crow, Garu Clark jr., Sheila E, Ben Harper, Steve Earle, Peter Frampton e altri. Oltre che il batterista più famoso e ricco del mondo, Ringo Starr è probabilmente anche uno dei più sottovalutati di sempre, ma solo da chi concepisce la musica come un puro esercizio di virtuosismo: i Beatles non sarebbero stati i Beatles con un batterista diverso.

Va ricordato che, nel 1962, quando John Lennon, Paul McCartney e George Harrison lo chiamarono nella band, lui era già il più bravo della scena di Liverpool, una fama guadagnata prima sulla scena dello “skiffle” e poi con Rory and the Hurricanes. Di sicuro il povero Pete Best, che sedeva dietro i piatti e i tamburi prima di lui, quel 16 agosto non lo dimenticherà mai.

Ringo ha inventato un modo di suonare lo strumento: un mancino che suona da destro e questo rende il suo stile unico. Più che alla tecnica ha sempre pensato alla musicalità, a un’idea melodica della batteria. Alcune sue invenzioni ritmiche, tipo “Come Together”, “Rain” e “A Day in a Life” sono classici: tutti i suoi colleghi, anche i più celebrati, gli riconoscono questa capacità.