Gabriele Deca, pubblicato il nuovo singolo Techno: il significato della canzone

149

gabriele deca cover.jpg 1

Pubblicato il nuovo singolo post lockdown del cantautore romano Gabriele Deca: ecco il significato della canzone e la biografia

È stato pubblicato sulle piattaforme streaming il singolo Techno, il nuovo lavoro in studio del cantautore romano. Classe 1993, Gabriele De Cataldo, vero nome di Gabriele Deca, nelle sue canzoni adopera un sound caratterizzato da una grande contaminazione di atmosfere e generi, attraverso una scelta di stile netta e immediatamente riconoscibile. Un turbinio di immagini, di luoghi e situazioni che si sovrappongono vorticosamente. Techno è una canzone che è stata scritta durante il periodo del lockdown, e si presenta come un viaggio astrale volto ad esorcizzare la paura del tempo che passa.

Il significato della canzone

Nel brano, strutturato su un ritmo incalzante, la costante accelerazione porta ad un aumento graduale, ma ineluttabile, del senso di ebbrezza. “Techno è stata scritta tutta di un fiato – racconta l’artista – ed è per questo che è particolarmente breve. Mi sembrava che ragionarci troppo avrebbe diminuito l’impatto diretto e violento della canzone. Per fare fede a questa verità, insieme al mio produttore, abbiamo anche deciso di mantenere una serie di suoni che avevo registrato in camera, assicurando così continuità al momento in cui ha preso forma”, così Gabriele Deca.

gabriele deca cover“Per me scrivere musica – prosegue l’artista – è qualcosa di molto naturale e istintivo. Di solito per scrivere i testi parto da un’immagine o da una frase con cui mi fisso. Da lì tutto diventa spontaneo e necessario, infatti solo in un secondo momento mi soffermo a psicanalizzare quei testi. È incredibile come solo dopo aver concluso una canzone riesca a capire veramente perché abbia scelto di trattare una tematica piuttosto che un’altra: appena conclusa la fase di scrittura ho l’illuminazione e tutto sembra messo a fuoco, tutto diventa chiaro. Mentre creo invece esploro (con molto godimento) il buio”, così il cantante di Techno.

Chi è Gabriele Deca

Gabriele De Cataldo, aka Gabriele Deca nasce a Roma nel 1993. Dopo una lunga militanza in diversi gruppi pop rock della scena underground romana, ha deciso di lanciare il suo progetto solista. Il primo singolo “Con Molta Calma”, accompagnato da un videoclip, è uscito il 4 gennaio 2017 ed è interamente autoprodotto. A settembre dello stesso anno arriva in radio “Le cose che non capirò mai”, prodotto da Produttori Italiani Associati, mixato e registrato presso Sala Tre da Pietro Paroletti e masterizzato da Daniele Sinigallia nello studio “Gli Artigiani” di Roma, che è anche un video, diretto da Giovanni Conte. A giugno 2018 esce “Lattice” (Produttori Italiani Associati) e ad aprile 2019 “Abbiamo ucciso la città” (BDR Studio, distr. Artist First). Nasce poi la collaborazione con T-Recs Music: a giugno 2020 viene pubblicato “Siddharta” e a marzo 2021 “Techno”. Attualmente in studio sta prendendo forma l’album di prossima uscita. A livello autorale, collabora con diversi artisti della nuova scena romana, tra cui Adelasia, che vede il singolo “Imprevisto” contenuto nel suo disco d’esordio.

Lo stile

Negli ultimi due anni Deca si è appassionato anche al mondo delle colonne sonore ed è in cantiere un progetto inedito. Il sound di Gabriele Deca è caratterizzato da una grande contaminazione di generi e sonorità, dal Sud America alla musica elettronica, passando per il cantautorato italiano, attraverso una scelta di stile netta e subito riconoscibile. Le tematiche attingono generalmente alla quotidianità e ai piccoli eventi marginali che emergono dall’osservazione della realtà circostante. Il lavoro a cui Deca si sta dedicando attualmente ha come scopo la ricerca di un sound personale e impostato su testi presentati in forma di dialogo, con al centro interlocutori a volte immaginari.