Terry & Gyan Riley Live il 27 luglio al Cortile Casa Morra di Napoli

Terry & Gyan Riley Live il 27 luglio al Cortile Casa Morra di Napoli

In esclusiva nazionale il padre della musica minimale in concerto presso il Cortile Casa Morra di Napoli

In esclusiva nazionale nel settecentesco cortile di Casa Morra di Napoli, Terry Riley si esibirà al pianoforte e synth con il figlio Gyan alla chitarra. Il concerto si svolgerà il 27 luglio 2018, con inizio alle ore 21:00 e biglietto unico al prezzo di euro 18,00 + d.p. In Europa per tre tappe. Oltre a Napoli; Barcellona (Sónar festival), e Londra (Oval Space). Prevendite attive: casamorra.mytickets.it.

Questo evento è ovviamente organizzato dalla Fondazione Morra, da sempre attenta a proporre in città le neo-avanguardie contemporanee, in collaborazione con la E-M Arts.

Un evento unico per la città partenopea, il grande artista di musica contemporanea che ha generato la musica minimalista “ripetitiva”. Seguita poi da tanti altri musicisti minimalisti e da formazioni di musica popolare. Negli ultimi anni è in tour con il figlio Gyan alternando momenti musicali tipici del repertorio folk e jazz fino, ovviamente, a toccare momenti di avanguardia minimale.

Nella suggestiva Casa Morra – Archivio d’Arte Contemporanea di Napoli un’occasione eccezionale per ascoltare e comprendere le intricate strutture sonore del duo Terry Riley e Gyan Riley i quali, diffondendo un’intensa e vibrante energia, ampliano la propria particolare comunicazione artistica in maniera neurotica e stimolante.

Terry espande i confini della struttura prescelta e grazie agli ‘incitamenti’ di Gyan giungono in direzioni insolite verso maratone di creazione spontanee e ipnotiche. Questa forza sonora interagisce con l’ambiente spaziale e il vigore del pubblico, generando un’esperienza di grande impatto che agisce nella profondità dell’animo.

Per Terry Riley la musica è un modo per collegarsi ad un potere forte, ancora indistinto. Gyan è un chitarrista virtuoso di formazione classica influenzato dalle strutture ritmiche del Nord Africa e della Spagna ed un esperto improvvisatore.

Padre e figlio generano così una performance di corrispondenze intuitive in cui si influenzano a vicenda in un flusso emozionale intenso e intimo. Le strutture armoniche generate dal pianoforte e dalla chitarra, guidate dal genio umano, creano profonde tessiture sonore che si compenetrano attraverso una reciproca capacità di improvvisazione.