Tonno, disponibile da oggi il nuovo album SpinOff: la tracklist [VIDEO]

72

spinoff tonno cover

Esce oggi per Woodworm label il nuovo album dei Tonno, SpinOff: nella tracklist anche collaborazioni con i Tropea e i Giallorenzo

Disponibile dal 5 giugno il nuovo album dei Tonno, SpinOff. Emozioni palindrome, canzoni che non sono canzoni ma flussi di coscienza, voglia di evadere e di sperimentare: il nuovo album dei Tonno è questo e molto altro. In uscita per Woodworm Label, su tutte le piattaforme digitali, il nuovo lavoro della band toscana è la naturale e incosciente derivazione del loro percorso artistico metabolizzato durante la fase più acuta della pandemia. Il primo estratto Minicanzoni è stato battezzato dalla playlist cult di Spotify Dna Alternative.

Il disco

SpinOff è un album autoprodotto – in lockdown – ma senza che il lockdown si palesi in modo manifesto e diretto nei testi ma solo nel mood, nelle sonorità e nell’espressione artistica differente che i Tonno hanno adottato per SpinOff. A dare un’ulteriore sferzata di alterità le diverse collaborazione di cui è costellato l’album: dai Tropea ai Giallorenzo, da Le Endrigo a Maggio e Materazi Future Club.

SpinOff è per i Tonno una scommessa con loro stessi e il loro immaginario, dove la contaminazione e la multifocalità padroneggiano come sempre: di fatto questo album è la versione musicale di un fumetto. Dalle influenze musicali di artisti come Grimes ai manga, è come se a posto della realtà ci fosse una versione alternativa di se stessi.

Le dichiarazioni

“SpinOff è l’occasione per fare un pigiama party con artisti e amici con cui da tempo volevamo collaborare, per giocare con sonorità nuove e proporre qualcosa di completamente diverso da quello che abbiamo proposto fino ad ora, interamente prodotto in casa con un solo obiettivo: rimanere in vita”, così la band.

Chi sono i Tonno

Musica normale per gente fuori dal luogo comune: libertà di fare, sbagliare e godere. I Tonno sono quelli della sala prove, delle parole sconnesse ma il pensiero poetico. Dal vinaio o in studio di registrazione la loro musica è un continuo collage di intuizioni e inconsce prese di posizione. Dagli Strokes a Rino Gaetano, da Tame Impala ai Verdena, l’importante è non rendersene mai conto e tutto quello che accade nel mentre è arte.