Ucraina, Papa Francesco: “La pace è possibile, i leader ascoltino la gente”

16

Papa Francesco AngelusROMA – “Anziché fermarsi, la guerra si è inasprita. E’ triste che in questi giorni, i più santi e solenni per tutti i cristiani, si senta più il fragore mortale delle armi, anziché il suono delle campane che annunciano la Resurrezione, è triste che le armi stiano sempre più prendendo il posto della parola. Rinnovo l’appello a una tregua pasquale, segno minimo e tangibile di una volontà di pace, si arresti l’attacco per venire incontro alle sofferenze della popolazione stremata”.

E’ quanto ha detto ieri Papa Francesco nel corso dell’Angelus in Piazza San Pietro. “A tutti – prosegue – chiedo di avere il coraggio di manifestare che la pace è possibile, i leader ascoltino la voce della gente che vuole la pace e non l’escalation del conflitto”.