“Vanilla sky”, lo stile urban che sposa la dance nel singolo di Grace

grace

“Il risultato finale è un pezzo perfetto per riprendere la vita da dove l’avevamo lasciata, con un’estate piena di energia e un reale desiderio d’amore”

“Vanilla sky” è un brano scritto in pieno periodo di lockdown, quando il desiderio di uscire ed incontrare persone era molto forte, in un momento in cui, per una ragazza come Grace, la voglia di fare festa e ballare rappresentava un desiderio indiscutibile. Lo stile urban che sposa la dance rappresenta in assoluto la parte che meglio racconta la grinta di questa giovane artista, esaltata ancor di più dalla produzione di Mastermaind (Fabri Fibra, Vacca, Entics, Two Fingerz, Baby K ecc…), – «il risultato finale è un pezzo perfetto per riprendere la vita da dove l’avevamo lasciata, con un’estate piena di energia e un reale desiderio d’amore» – afferma Grace.

Il video è girato su uno yacht Azimut, dove Grace ha deciso di decontestualizzare completamente il paesaggio, puntando esclusivamente sul rapporto tra l’energia estiva che comunica il mare e quella urban di una location famosa come il Carroponte di Sesto San Giovanni (MI). La produzione è di Pier Pank con la regia di Irene Tomasi.

TESTO VANILLA SKY – GRACE

Testo del brano Vanilla Sky

Prendi tutto il tempo che ti serve
per mandarmi quel vocale che non manderai
mentre il mondo un’altra volta perde
la semplicità ci sfugge come non mai
in classifica ci sono quelli più antipatici
spero di starti sul cazzo più di ieri
una pizza col delivery per i miei amici
e mi chiedo perché tu non c’eri
Strade vuote come in Vanilla Sky
la paura che manda in Para-guai
grazie alla tecnologia forse mi vedrai
tramite WhatsApp, Zoom oppure Skype
un panino da sola stesa sul divano
una birra che lascia quel sapore amaro
una storia che non ti posso raccontare
come vorrei che ti lasciassi andare

Stringimi
forte più forte
più forte che puoi
Baciami
forte più forte
più forte che puoi
Prendimi
forte più forte
più forte che puoi
Amami
forte più forte
più forte che puoi

Niente voli sopra questo cielo
le valigie sono piene di malinconia
aspettando il sole per davvero
scapperemo insieme fino a Salvador de Bahia
come ballerini di Pantsula
ci sfidiamo per le strade a testa alta
pieni di quell’energia che cura
tutti i mali che hanno perso la speranza
mi hanno messo dentro una playlist
anche se mi sembra assurdo e non ci credo ancora
vorrei essere più love and peace
Tipo San Francisco nei settanta “nah mean?!”
tous les garçons et les filles de mon âge
hanno sempre qualcosa da dire
tous les garçons et les filles de mon âge
hanno voglia di uscire ed urlare

Stringimi
forte più forte
più forte che puoi
Baciami
forte più forte
più forte che puoi
Prendimi
forte più forte
più forte che puoi
Amami
forte più forte
più forte che puoi

E poi
andremo ad una festa
staremo tra la gente
se girerà la testa
non me ne frega niente
io e te di fronte all’alba
prima di andare a casa
facciamolo con calma
un’altra volta

Stringimi
forte più forte
più forte che puoi
Baciami
forte più forte
più forte che puoi
Prendimi
forte più forte
più forte che puoi
Amami
forte più forte
più forte che puoi