I vincitori del contest Primo Maggio Next 2020: ecco i nomi

primo maggio contest 2020 vincitori

ROMA – Alla luce di un ex aequo emerso nella somma dei voti espressi dalla Giuria, sono 4 i vincitori del contest PRIMO MAGGIO NEXT 2020: la cantautrice ELLYNORA di Roma con il suo brano “Zingara” (qui l’esibizione https://youtu.be/wagQADR7OcU), la cantautrice LAMINE di Roma con “Non è tardi“ (https://youtu.be/qSQOMUv0zu0), il cantautore MATTEO ALIENO di Roma con “Non mi ricordo” (https://youtu.be/rxljXdsvlhU) e il cantautore NERVI di Firenze con “Sapessi che cos’ho” (https://youtu.be/38TbNInlchM).

Nel weekend, infatti, si sono svolte in diretta streaming le finali di PRIMO MAGGIO NEXT, il contest organizzato da iCompany e dedicato ai nuovi artisti, che quest’anno ha registrato il record di iscrizioni con ben 1785 progetti candidati.

31 finalisti si sono esibiti in streaming di fronte alla Giuria di Qualità composta da Massimo Bonelli (direttore artistico del Concerto del Primo Maggio, presidente giuria), Lucia Stacchiotti (iCompany), Sara Del Caldo (Rai Radio2), Erica Manniello (Rockol), Massimiliano Longo (All Music Italia), Federico Durante (Billboard) e Enrico Schleifer (RadUni).

Uno di loro sarà decretato vincitore assoluto e riceverà un contributo da parte di Nuovo IMAIE (pari ad € 15.000,00) per la realizzazione di un live tour di almeno 8 concerti.

Anche i partner di PRIMO MAGGIO NEXT 2020 hanno eletto il loro vincitore che riceve così una menzione speciale tra i finalisti: LA SCALA SHEPARD, alternative rock band, nata nel 2015 tra le strade del quartiere romano Trastevere (www.lascalashepard.it) che ha presentato il brano “Potesse esplodere questa città” (https://youtu.be/jvqHpRRKstE).

Vincitori assoluti delle precedenti edizioni del Contest sono stati i La Rua (2015), Il Geometra Mangoni (2016), Incomprensibile FC (2017), La Municipàl (2018) e I Tristi (2019).

Nota: i voti assegnati ai progetti dalla Giuria di Qualità del Contest NEXT 2020 sono pubblici e consultabili sul portale next.primomaggio.net.

Tutte le proposte pervenute sono state ascoltate e valutate dalla direzione artistica del Concerto del Primo Maggio seguendo tre direttrici principali: l’identità/riconoscibilità del progetto, la qualità della proposta, il grado di innovazione rispetto a ciò che già esiste.