10 anni senza Lucio Dalla, Bersani: “Per me lui era la libertà massima creativa”

48

MILANO – Anche Samuele Bersani (foto) è intervenuto stamane su Rtl 102.5 durante la puntata speciale di Non Stop News, condotto da Enrico Galletti, Giusi Legrenzi e Massimo Lo Nigro, per ricordare Lucio Dalla a 10 anni dalla sua scomparsa. Bersani era stato scelto dal cantautore bolognese come pupillo: “Lucio anche a distanza di dieci anni è tante cose dietro l’altra. È riuscito attraverso le sue canzoni a colmare abbastanza la sua assenza”, racconta Bersani. “Per me lui era la libertà massima creativa, ma soprattutto la curiosità come essere umano verso gli altri. Questa sua generosità verso gli sconosciuti faceva sì che si arricchisse di meraviglie che poi ci ha fatto ascoltare in musica”.

“L’ho visto improvvisare arrangiamenti prima di addormentarsi sulla poltrona. Lui era un essere simpatico, come molti geni aveva delle giornate storte e poteva tagliarti a mille fettine con le parole”, dice Bersani. “A distanza di anni rimane una persona che ci ha arricchito tantissimo”.

Una canzone di Lucio Dalla che è rimasta nel cuore di Bersani. “Una canzone che si chiama ‘Henna’, un inno pacifista, anche perfettamente calzante con questi giorni che stiamo vivendo. In un momento come questo avrebbe tirato fuori una delle migliori riflessioni dal cappello” svela ancora Bersani. “C’è anche un’altra canzone, ‘Meri Luis’, un’immagine di una ragazza che aspetta l’autobus la sera e sembra sia stata scritta pochi minuti fa”.