Acqua e idratazione per i bambini, ecco alcuni suggerimenti

47

bottle bambini

In occasione della Giornata Mondiale dell’Infanzia, arrivano i consigli degli esperti per far bere acqua ai più piccoli in maniera originale e coinvolgente

Il 20 novembre si celebra la Giornata Mondiale dell’Infanzia (conosciuta anche come Giornata Universale dell’Infanzia o Giornata Internazionale dell’Infanzia). È un giorno per fare luce e incoraggiare l’azione per migliorare il benessere di tutti i bambini a livello globale. Il benessere di un bambino passa anche da una corretta idratazione: i genitori sono i primi a dover insegnare ai loro piccoli fin dalla tenera età l’importanza di idratarsi. Seguire una corretta idratazione, bevendo molti bicchieri di acqua al giorno, è fondamentale. A supporto arrivano anche i consigli degli esperti per far abituare i più piccoli ad una corretta idratazione.

È quanto riporta In a Bottle (www.inabottle.it) in un focus sul rapporto tra benessere e corretta idratazione.

La quantità di liquidi che un bambino dovrebbe assumere, come sostiene la British Nutrition Foundation, dipende da diversi fattori, come per esempio l’età, il sesso e le condizioni climatiche. L’European Food Safety Authority (EFSA), inoltre, consiglia una “dose” giornaliera che va dai sei agli otto bicchieri. I bambini sono meno tolleranti al calore rispetto agli adulti e potrebbero avere più possibilità di disidratarsi, specialmente quando la temperatura all’esterno è elevata. Bere durante il giorno, infine, è consigliato anche perché idrata il corpo umano senza fornire ulteriori calorie.

“Il principale strumento che gli adulti hanno a disposizione – spiega Mattia Lamberti, pedagogista, consulente famigliare e scolastico – è dare l’esempio ai più piccoli. Un’altra idea potrebbe essere quella di assegnare loro un bicchiere ‘personalizzato’ e lasciare sempre a disposizione, in casa, dell’acqua. È opportuno inoltre, quando si sta giocando, inserire dei turni di bevuta. Se sono i grandi a bere per primi, anche i bambini lo faranno e non se ne dimenticheranno. Premiare infine, simbolicamente o con dei complimenti, quando i piccoli avranno terminato il loro bicchiere. Si può quindi offrire da bere prima che siano loro a chiederlo, ricordando però di non esagerare con l’insistenza per non rischiare l’effetto opposto”.

Per far sì che i più piccoli si abituino a bere in maniera corretta, è stata realizzata anche una serie di cartoni animati a tema. Le puntate, in cui è protagonista il “supereroe” Pocoyo, si trovano sia su YouTube che su Netflix. In una di queste, per esempio, Pocoyo sta bevendo dell’acqua e, appena vede un amico accaldato, gliene offre subito un bicchiere, per la felicità di entrambi.