Al Bano a ‘Giletti 102.5’: “Non ci si può spostare in Italia, ma all’estero sì. È un assurdo inaccettabile”

29

MILANO – Il venerdì mattina, dalle 8 alle 9 in diretta su RTL 102.5, c’è il consueto appuntamento con Giletti 102.5 condotto da Massimo Giletti e Luigi Santarelli. Al centro sempre la stretta attualità e come sempre, microfoni aperti per tutti gli ascoltatori che vogliono dire la loro su tutti i fatti più importanti della settimana, e anche grandi ospiti. Questa mattina molti come sempre gli argomenti: da domani tutta Italia tornerà in zona rossa. Gli spostamenti tra regioni continueranno ad essere vietati, eppure sarà possibile prendere un aereo e andare all’estero per le vacanze. Nella puntata di oggi la voce di Al Bano.

“Sono pazzie italiane, è un assurdo inaccettabile, non so come fanno a sbocciare idee del genere, all’estero sì, ma in Italia non ci si può spostare”. Così Al Bano si esprime a proposito delle recenti misure restrittive anti Covid. “Ma i politici ci pensano prima di dire certe cose? Si fermano a pensare all’animo degli italiani, a come stiamo vivendo da più di un anno? Io capisco che dobbiamo difenderci da questo maledetto virus, ma non anche da quelli che ci impongono il modus vivendi, siamo adulti. Certo, qualche errore da parte degli italiani c’è stato, ma l’italiano non può andare contro se stesso. Basta metterci in una zona al sicuro, spiagge, boschi, montagne ce ne sono, riprendiamo ossigeno”.

“Non si può chiudere gli italiani in casa, è un affronto, io avrei fatto le famose mascherine, non una, ma tre per ogni persona, con il distanziamento di quattro metri uno dall’altro, ma tutti fuori dalle case, ossigenarsi è importante, penso che sia un’azione anti Covid anche quella”. E infine: “L’essere umano ha sempre vinto contro le pandemie, le calamità, le guerre, le dittature, e vincerà anche questa volta”.