“Al di là del ponte”, il crollo del Morandi nel nuovo singolo di Fabrizio Nitti

40
foto di Roberto Castruccio

GENOVA – È in radio “Al di là del ponte”, il nuovo singolo di Fabrizio Nitti, contenuto in “TRACCE DI ME” album dallo stesso giorno disponibile in digitale. Il brano ha gli arrangiamenti di Luca Lamari, chitarre di  Simone Amodeo, registrato allo studio Zerodieci di Genova da Gabriele Ruggeri è stato mixato e masterizzato da Danilo Ballo al Vocalstudio di Torino. La copertina è la fotografia di Roberto Castruccio del quadro realizzato da Mercedes Sebastià, compagna di Fabrizio.

“La canzone, scritta insieme a Paolo Agnello, parte dai miei ricordi di gioventù – racconta Fabrizio Nitti – di quando vivevo nella via sotto il ponte, tenta di descrivere la tragedia del crollo vissuta dalle persone. Il dolore, lo sgomento, la perdita, gli sfollati, ma anche la voglia di giustizia ferma e assoluta che si pretende nei confronti di chi ha sbagliato, una vicenda drammatica, che sa anche diventare forse il simbolo di tutte le stragi storiche ancora irrisolte del nostro paese. Infine la speranza di una ripartenza della vita di tutte le persone coinvolte nella tragedia. Inoltre credendo fermamente che non vada mai persa la memoria storica di certi fatti, una occasione per  poter raccontare la storia di ripartenza, di ricostruzione, di tenacia che la mia città, Genova, storicamente ha sempre avuto. La sincera necessità di tenere alta l’attenzione sul tema anche attraverso questa canzone. A volte le canzoni sanno arrivare negli angoli, nelle pieghe più intime dei pensieri e del cuore delle persone, dove a volte altre forme artistiche espressive non riescono”.

“Il videoclip – afferma Nitti – nasce da una mia idea per la regia di Gregory Ezechieli, con la partecipazione di alcuni testimoni ex sfollati dell’associazione ‘Quelli del ponte Morandi’ e i disegni di alcune classi delle scuole di S. Olcese, girato tra Via Porro e La Radura della Memoria, per cercare anche attraverso le immagini di raccontare il dolore per le 43 vittime e la sofferenza umana degli sfollati e di tutti quelli che hanno sofferto a causa di questa tragedia”.

Il brano è contenuto in “TRACCE DI ME”, l’album che raccoglie un periodo storico di musica e parole del cantautore genovese. Questa la tracklist: “Al di là del ponte”, “Resto a Casa”, “Libero come l’amore”, “Un grido nel vento”, “Un uomo e una donna come te”, “Emanuela”, “Dammi la pace”, “E tu vivi” e “Una ragione per vivere”.