“Anteprima World Tour”, il ritorno live di Laura Pausini

120

laura pausiniMILANO – Dopo le tre special performance di New York, Madrid e Milano di #LAURA30, la straordinaria maratona live per celebrare i trent’anni di carriera della cantante italiana più ascoltata del mondo, Laura Pausini torna live con “Anteprima World Tour”, la nuova tournée che segna il suo ritorno a distanza di cinque anni dal suo ultimo tour. Il 30 giugno, il 1° e il 2 luglio, l’artista sarà a Piazza San Marco (Venezia), mentre il 21 e il 22 luglio si esibirà a Plaza De España (Siviglia).

«Queste date sono anteprime di un tour che annuncerò a breve. Sono concerti super dedicati, faremo una scaletta pensata appositamente per Venezia e per le altre città in cui andremo. Mi piace pensare non solo alla parte musicale ma anche alla parte visiva. In Italia abbiamo persone che sono in grado di creare grandi cose. Ho chiamato Fabio Novembre, un grande architetto e designer italiano. Abbiamo disegnato il palco tenendo conto di quello che c’è dietro o di fianco a noi. Abbiamo pensato a concetti basati sul tempo che passa, c’è un logo con una clessidra e una donna che corre in avanti. L’ho vista a Casa Milan, disegnata da Fabio Novembre, e mi sono rivista in questa donna. Ho chiesto a Fabio e l’ha ridisegnata con il mio caschetto. Vi anticipo che questo sarà il logo e da lì succederanno delle cose», ha svelato ieri Laura Pausini nel corso di “Password” su Rtl 102.5.

A proposito di tour e di ricordi, Laura Pausini ha raccontato il suo primo San Siro: «San Siro è uno degli stadi più belli in cui ho cantato. Quando entri hai un po’ di strizza ma poi vorresti non andare più via, ti fanno sentire nel posto giusto, è come un abbraccio. Quando me l’hanno proposto la prima volta non ho accettato, ero la prima donna a cantare in quello stadio e non volevo fare figuracce. Poi mi hanno gasata e ho accettato. Quel giorno pioveva e la gente è rimasta lì fino alla fine». Una carriera segnata da grandi incontri e soddisfazioni.