“Appesi a un filo”, la difficoltà di un rapporto nel nuovo brano di Julie

julie appesi a un filo

Dal 25 settembre è uscito a sorpresa il singolo della cantante siciliana che con “Scie chimiche” ha superato 20mila stream su spotify

“Scie chimiche”, l’apprezzatissimo singolo d’esordio di Julie uscito in digitale il 4 Settembre raggiunge e supera in solo venti giorni dalla pubblicazione, ventimila stream su spotify e a sopresa, per festeggiare questo piccolo primo traguardo, l’artista siciliana rilascia “Appesi a un filo“, suo secondo progetto distribuito su tutte le piattaforme digitali Venerdì 25 Settembre 2020 pubblicato per Carioca Records e distribuito da Artist First.

SIGNIFICATO DEL BRANO

È sempre facile confondere “nostalgia” con “mancanza e amore” e lo sa bene Julie che in “Appesi a un filo” racconta della difficoltà di un rapporto, del momento in cui nonostante tutto forse è meglio lasciare andare via l’altro. La continua lotta tra dubbi, ricordi e ritorni inaspettati, che affollano la mente di chi è ancora intrappolato nelle radici di quella storia: restare e rimanere nell’agio dell’abitudine, o lasciarsi andare e fare scegliere al destino? Quando le risposte sono difficili da trovare, la strada più semplice è forse quella di affidare all’altro la possibilità di scegliere cosa sia meglio per entrambi. Julie nelle sue canzoni è semplice ma mai banale. Leggera come un bacio che lascia il segno. Senza filtri e diretta. Allegra e spensierata. canta di sé e dei suoi sogni con leggiadria ed emozione.

TESTO APPESI A UN FILO – JULIE

(Giulia Scroppo, Leo Curiale)
Chiudi quella porta conto i passi e te ne vai
via dai miei pensieri anche se è un po’ tardi ormai
Che ci hai preso gusto a rimanere nella testa
Come quando ospiti qualcuno e poi ci resta
E se fossi un cretino ti direi
di fare le valigie e andare per i fatti tuoi
E se fossi un bambino ti direi
di prendere i giocattoli e giocare con i tuoi
Ma sei solo tu
Siamo appesi a un filo di ricordi e di parole
Lanciati nel vuoto se mi vuoi lasciare andare
Stringimi la mano se hai paura di cadere
Non guardare in basso se hai deciso di volare
Di volare lontano da me
Dire che mi manchi forse è una bugia
ma come si separa il cuore dalla nostalgia
che mi manca l’aria se ripenso al tuo profumo
che non troverò più addosso a nessuno
E se fossi vicino ti direi
ti prendermi i capelli e di acconciarli come vuoi
E se fossimo insieme ti direi
di spegnere la luce e di guardare un film tra noi
Ma non sei qui con me
Siamo appesi a un filo di ricordi e di parole
Lanciati nel vuoto se mi vuoi lasciare andare
Stringimi la mano se hai paura di cadere
Non guardare in basso se hai deciso di volare
Di volare lontano da me
Di volare lontano da me
Di volare lontano, lontano, lontano…
Di volare lontano da me